Un volto nuovo a “Squadra antimafia – Palermo oggi“. Anzi non proprio nuovo: si tratta di un personaggio che da molti anni, a parte una piccola parentesi in un reality, non vediamo tanto spesso, l’ex calciatore Totò Schillaci.

Nella terza stagione della serie, il goleador di Italia ’90 sarà un boss mafioso. Schillaci, siciliano e celebre per le sue prodezze calcistiche, restò alla storia per un brutto momento di sport: l’aver minacciato di morte il giocatore del Bologna Fabio Poli. L’uscita infelice gli costò la squalifica, ma c’è da scommettere che molti richiameranno alla memoria quell’episodio.

L’anno scorso una piccola parte, quella di uno dei killer, fu affidata a Fabrizio Corona. Ma Schillaci è probabilmente più atteso, essendosi risparmiato in TV, a parte i programmi sportivi, più consoni alla sua storia personale e lavorativa. Nel 2009, poi, il calciatore partecipò a “L’isola dei famosi“.

In “Squadra antimafia”, Schillaci sarà il cliché cinematografico del siciliano mafioso, e chissà che non sfodererà quel mezzo sorriso che l’ha reso tanto peculiare. Almeno prima di morire, crivellato dai colpi di pistola, come nella migliore tradizione mafiosa.