Le treccine africane sono un must have dell’estate. Sono tantissime le ragazze che si fanno fare le treccine proprio in riva al mare da un ambulante. Si tratta di un modo di annodare i capelli richiede davvero tanta bravura molta manualità, pazienza e un valido aiuto.

Vediamo come fare le treccine africane:

Lavare e pettinare i capelli: Fate un bello shampoo e cercate di eliminare tutti i nodi dalle vostre lunghe chiome.

Dividere i capelli in zone: Di solito si divide prima la testa a metà e poi per ogni metà si fanno tre zone simmetriche.

Lavorare su piccole ciocche zona per zona: Dovete partire dal basso e fare file parallele. In questo modo creerete la classica scacchiera tipica delle treccine afro.

Chiudete le treccine: con un piccolo elastico e magari con una perlina.

Le treccine vanno lavate così come sono, non vanno pettinate ne toccate. Di solito si sciolgono  se i capelli iniziano a ricrescere e la radice si mostra un po’ molle e arruffata. Per mantenere i capelli in salute non fatevi bruciare le ciocche e non superate le due settimane.

Molte ragazze abusano di questa acconciatura,  con il rischio di accentuare la caduta dei capelli. Come dovremmo sapere, tirare troppo i capelli, sia per una coda sia per una treccia può provocare alopecia.

photo credit: bandini’s.on.fire via photopin