L’evento dedicato al metodo classico di montagna, “Trentodoc in città”, torna a Milano dal 25 settembre al 2 ottobre. Trentodoc parla di Trentino, un territorio naturalmente vocato alla coltivazione di uve adatte alla produzione di spumanti metodo classico. Una provincia che presenta una grande varietà climatica e che grazie alle sue altitudini e all’escursione termica tipica dell’ambiente alpino, riesce a conferire qualità e peculiarità intriganti in ogni calice di spumante. Trentodoc è l’unico metodo classico al mondo che nasce in montagna. I vitigni usati per la produzione degli spumanti Trentodoc, che vengono coltivati fino a 800 metri di quota, sono principalmente Chardonnay e Pinot Nero, ma anche Pinot Bianco e Pinot Meunier. I primi due, quelli più diffusi, hanno trovato in Trentino le condizioni pedoclimatiche ideali per il proprio sviluppo.

Durante le nove giornate della manifestazione, il Trentino darà mostra di sé nella città meneghina attraverso 21 aziende aderenti al marchio collettivo Trentodoc: Abate Nero, Altemasi, Bellaveder, Cantina Aldeno, Cantina Mori Colli Zugna, Cantina Rotaliana di Mezzolombardo, Cantina Toblino, Cantine Monfort, Cesarini Sforza Spumanti, Endrizzi, Ferrari F.lli Lunelli, Fondazione Edmund Mach, Letrari, Maso Martis, Moser, Opera Vitivinicola in Valcembra, Pedrotti Spumanti, Pisoni F.lli, Rotari, Revì e Zanotelli.

Alcune di loro proporranno aperitivi, pranzi e cene in vari locali della città di Milano per far conoscere la lunga tradizione trentina del metodo classico (qui potrete trovare il programma completo dell’evento). Per gli operatori del settore invece è previsto, in collaborazione con l’Associazione Italiana Sommelier, un appuntamento nella giornata del 29 settembre, dalle 15 alle 20.30, presso il The Westin Palace, Piazza della Repubblica 20, previa iscrizione all’aismilano, con un approfondimento condotto dal Presidente AIS Trentino Mariano Francesconi alle ore 18, dedicato alla tipologia “non dosata”. Una serie di appuntamenti unici durante i quali sarà possibile assaporare e degustare l’unico metodo classico prodotto in montagna da uve quali Chardonnay, Pinot Nero, Pinot Bianco o Pinot Meunier.

Foto tratta dal sito ufficiale dell’evento