Il sesso causa depressione o malumore? Sono in tante a subire questo disturbo, che insorge anche se si è in coppia. Si potrebbe pensare che solo i rapporti occasionali o quelli con gli uomini che sono restii a una relazione seria possano causare questo tipo di disturbi: quando si ama qualcuno e si è ricambiati ci si dovrebbe sentire come le regine del mondo, ma la depressione post coito può capitare. Ecco come e perché.

Ogni animale è triste dopo il coito dicevano i latini. Una frase questa che è stata ripresa dal poeta italoamericano Lawrence Ferlinghetti in una sua celebre lirica che parlava di sesso. Ma nella realtà dei fatti questo non è solo un motto o una poesia: la depressione arriva anche subito dopo aver fatto l’amore e nessuno ci può fare nulla. Solitamente si imputa la questione agli ormoni, ma non funziona così.

Il disturbo prende il nome di sex blues e ne soffre una donna su tre. Le cause neuronali ancora non si conoscono bene, tuttavia la questione ha una spiccata natura psicologica: quando si fa sesso ci si sente talmente bene, se il rapporto è stato appagante, che tutto ciò che viene dopo appare solo come una pallida ombra di quello che è stato prima.

I sintomi del sex blues sono ansia, irritabilità, malinconia, attacchi di pianto. La crisi dura pochi minuti e arriva proprio quando una donna si dovrebbe sentire al suo meglio, e capita anche in caso di orgasmi multipli, ossia il migliore momento che una donna possa avere tra le lenzuola. Capita anche tra le giovani, per cui non è un disturbo legato all’età.

Il sex blues non succede sempre, per cui un modo per ammortizzare il suo effetto è riprendere il discorso tra le coperte, se l’uomo non è particolarmente stanco. Non trattandosi di una vera e propria depressione è facile da combattere e si può anche aiutare: magari se lui prepara una bella tisana alla verbena (il cui effetto è rilassante) da sorseggiare dopo tra le chiacchiere, l’effetto del sex blues andrà via molto prima.

“Eppure i ragazzi della fila accanto sembravano innamorati e felici”: si concludeva così la succitata poesia di Ferlinghetti, a testimoniare che l’amore è sempre una risposta e un disturbo di pochi minuti non possa certo oscurare una relazione, soprattutto quando e se ci si ama. Il sex blues, proprio come l’eccitazione, è un fatto mentale: non si può trascurare che ci sia, ma concentrarsi sul fatto che si vuole bene a chi ci si trova accanto in quei momenti.

Fonte: Tressugar, Corriere della Sera.