In inglese si chiama “amicizia con benefit“, che ricorda tanto un contratto aziendale; in portoghese è meno istituzionale e si traduce con “amicizia colorata“… Mi sto riferendo a quel fenomeno che in Italia definiamo, un po’ più volgarmente, come trombamico (o amico di letto). Insomma, l’amico con cui ogni tanto decidi di divertirti in modo più “intimo”. Con cui finisci a letto, per essere più espliciti.

Il rapporto tra trombamici può essere pieno di trappole e di insidie e per evitarle basta seguire delle semplici regole. Che semplici lo sono soltanto sulla carta, ovvio. Ma dato che i rapporti uomo/donna possono sfociare in situazioni alquanto dolorose, sarà bene adottare alcuni accorgimenti per far sì che un rapporto basato sulla leggerezza e il divertimento non si trasformi in qualcosa di pesante e drammatico. Il che accade, di solito, quando uno dei due trombamici si innamora e desidera un rapporto di ben altro tipo, mentre l’altro non lo desidera affatto.

Una delle primissime regole da seguire è quella di non lasciare che il rapporto di trombamicizia vada avanti troppo a lungo. Interrompere la relazione il prima possibile, permetterebbe infatti di non far nascere sentimenti che potrebbero scalfire anche una bella amicizia.

Come conseguenza logica di quanto appena affermato, ecco l’altra regola numero uno, anzi forse proprio la numero uno, che è strettamente legata alla precedente: mai e poi mai innamorarsi! Nella maggior parte dei casi la trombamicizia finisce male quando uno dei due si innamora, perché quasi mai corrisposto dall’altro. Provare amore equivale, nella stragrande maggioranza delle situazioni, a soffrire atrocemente.

Un altro gruppo di regole riguarda invece il momento in cui i trombamici non sono insieme: non ci si dovrebbe abituare alle chiamate frequenti, ai messaggi del buongiorno e della buonanotte, ai regali di compleanno o in occasione di altre ricorrenze, ci si dovrebbe vedere al massimo una volta a settimana o una volta al mese.. Insomma dovreste evitare tutte quelle abitudini che di solito nascono quando si frequenta una persona per ben altro tipo di rapporto (di coppia).

Galleria di immagini: Abiti da sposa 2014: la nuova collezione dell'atelier Crisci

Evitate di trovarvi come trombamico/a un collega/una collega. Queste situazioni possono creare disagio sul posto di lavoro, vi costringerebbero ad essere frequentemente a contatto l’uno con l’altra e potrebbero sfociare in altre situazioni imbarazzanti o difficili da sostenere (soprattutto quando la trombamicizia finisce male).

Infine, una regola che è anche regola di vita e che vale per qualunque genere di rapporto: siate onesti, trasparenti e parlate chiaramente, senza alcun timore di ferire l’altro. Meglio dire una verità dolorosa che restare in silenzio o peggio ancora cavarsela con una bugia. Dite chiaramente cosa volete, cosa cercate e se avete intenzione di sospendere la trombamicizia.

photo credit: PhotoCo. via photopin cc