Specialmente in questo periodo dell’anno è facilissimo cadere nella trappola degli eccessi alimentari e, sia a Natale che a Santo Stefano e Capodanno, si mangia sicuramente troppo e brindisi dopo brindisi il rischio di esagerare è dietro l’angolo. Con una scontata sensazione di nausea e mal di testa il giorno dopo.

Grazie a una nuova ricerca arriva però un facile metodo per prevenire i postumi da sbornia e in generale il malessere derivante dagli eccessi tipici delle festività: mangiare gli asparagi. Nello specifico, mangiarli prima di una cena troppo abbondante e di bere troppo alcol potrebbe evitare di star male il giorno dopo.

La ricerca è stata condotta dall’Istituto di scienza medica e dall’Università nazionale di Jeju in Sud Corea, ed è stata pubblicata sul Journal of Food Science. Secondo gli studiosi, gli amminoacidi e i minerali contenuti negli asparagi riescono a proteggere le cellule del fegato contro le tossine derivanti dagli eccessi di alcol e cibo.

Spiega B.Y. Kim, autore dello studio, che «le sostanze tossiche presenti nelle cellule sono state significativamente ridotte in risposta a un trattamento con estratti di foglie e germogli di asparagi. Questi risultati hanno fornito una prova di come le funzioni biologiche dell’asparago possano aiutare ad alleviare i postumi da sbornia e a proteggere le cellule del fegato».

È comunque bene inserire gli asparagi nella propria dieta alimentare non solo dopo gli eccessi tipici delle festività natalizie, ma spesso. Esistono infatti tantissime ricette a base di questo prezioso vegetale, che fa indubbiamente bene alla salute ed è anche gustosissimo. Sapere poi di poterlo usare prima di una notte da leoni, come trucchetto per non stare male dopo, è sicuramente utile.

=>VAI alle ricette