Il make-up è spesso un ottimo aiuto per valorizzare la bellezza del proprio volto ma, come per ogni cosa, occorre saperlo dosare adeguatamente per non rischiare d’incombere nel temibile effetto maschera. La naturalezza dei tratti, così come i colori, devono associarsi perfettamente all’incarnato e al colore degli occhi; diventa quindi fondamentale conoscere alla perfezione quali sono gli errori da evitare.

Per capire se si sta esagerando col {#make-up}, si può iniziare con l’osservazione del fondotinta: la sua applicazione deve proseguire anche sul collo, sfumandolo per evitare che sia eccessivamente visibile il netto distacco con il decolleté, e non limitarsi esclusivamente all’ovale. Per questo motivo, è meglio evitare in pieno inverno uno sconveniente effetto abbronzatura artificiale, se non peggio, disperdendo sull’incarnato quantità industriali di prodotto in tonalità troppo scure: infatti, senza l’ausilio di una mano veramente esperta, il disastro è dietro l’angolo.

Per chi è alla ricerca di un trucco occhi elegante, ma non per questo meno appariscente, vengono in aiuto le tonalità neutre: sono proprio queste nuances a dare la giusta luminosità e intensità allo sguardo, tanto quanto un trucco smokey, di sicuro molto più pesante.

Le palette trucco, con tante tonalità diverse, creano spesso l’imbarazzo della scelta: ciò non significa però che tutti i colori devono essere usati e combinati insieme. È meglio essere prudenti, usando nuances che trovano tra loro il perfetto accostamento e non un arcobaleno di polveri diverse; il colore per l’ombretto deve essere individuabile con chiarezza mentre, se se ne mischiano troppi, si rischia di perdere di vista la base senza sapere più qual è il colore principale.

Benché siano fondamentali per molti passaggi del make-up, in alcuni casi l’applicazione del trucco può essere effettuata anche utilizzando le dita, soprattutto quando si tratta di sfumare diverse tonalità in modo da far apparire meno netti i confini. I polpastrelli però devono essere perfettamente puliti, altrimenti si rischia di trasferire i segni del trucco degli occhi sul {#viso}, rendendo veramente difficile la possibilità di rimediare al guaio combinato.

Il rossetto sui denti, altro esempio purtroppo neanche troppo raro, è un evidente eccesso di trucco. Niente paura però: in questo caso basta alleggerire il trucco delle labbra usando una velina, ricordando sempre di prestare particolarmente attenzione ai contorni. Un consiglio in più: la luce naturale permette di controllare l’eccesso di trucco in maniera più accurata, mentre la luce artificiale altera la percezione del colore della pelle.

Se non ci si è accorte del trucco in eccesso prima, si può sempre rimediare una volta tornate a casa; la detersione del viso è il momento perfetto perché se ci si impiega troppo tempo per toglierlo via tutto, l’eccesso è palese. Passaggio fondamentale del demaquillage è anche quello dedicato agli occhi: delicati e sensibili agli agenti esterni, vanno costantemente preservati dalle esagerazioni evitando così l’insorgere di fastidiose allergie.

La pelle, specie se ci si trucca tutti i giorni, ha poi bisogno di prodotti adeguati che la lascino respirare, in moda da poterla sempre preservare in ottimo stato. Un trucco leggero e quasi invisibile permette di valorizzare comunque il volto, senza creare effetti teatrali che ovviamente non si addicono alla quotidianità.

Fonte:allwomenstalk