Agli italiani si sa, piace mangiare cibi saporiti e a questo scopo si fa largo uso di sale, ma una dieta che ne contiene in quantità eccessive, non fa di certo bene all’organismo. Dai risultati del progetto Minisal-Gircsi, si è capito quanto gli italiani usino ancora troppo questo tipo di condimento.

Gli studi, sono stati portati avanti su un campione di 1450 donne e 1519 uomini di età media tra i 35 e i 79 anni, raccolti in 15 diverse regioni. Dagli esami delle urine è emerso che il consumo di sale, nella dieta degli italiani, è ancora eccessivo; difatti, l’OMS raccomanda una media giornaliera di 5gr, ma dagli esami è emerso che le donne ne consumano 8,6gr e gli uomini 10,9gr.

Quindi molto più della media raccomandata, per gli uomini addirittura il doppio. Quali sono i rischi effettivi di una dieta in cui si fa uso eccessivo di sale? Innanzitutto, fa crescere la pressione arteriosa e l’ipertensione; di conseguenza alla pressione arteriosa alta, c’è il rischio dello sviluppo di malattie cardiovascolari con conseguente innalzamento delle probabilità di ictus e infarto.

Anche i reni non sono esulati dagli effetti del consumo eccessivo di sale, infatti, tendono a lavorare di più e ciò può favorire lo sviluppo di nefropatia e insufficienza renale, oltre poi ai calcoli ai reni. Potrebbe aumentare anche la perdita di calcio e ciò, per le ossa, comporterebbe lo sviluppo di osteoporosi. Consumare troppo sale fa venire anche sete e, se ci si attacca a bevande gassate o zuccherate, la linea ne risentirà sicuramente.

Infine, il sale può indebolire l’azione di alcuni medicinali come farmaci per l’ipertensione e ACE-inibitori, quest’ultimi sono utili per ridurre sensibilmente il pericolo di insufficienza renale. Come sempre quindi, il consiglio finale degli esperti è di non esagerare e di usare possibilmente il sale iodato. Anche usare poco sale può essere rischioso, poiché può avere ad esempio ripercussioni sullo sviluppo fisico e mentale dei bambini durante la crescita.

Meglio optare quindi per una dieta equilibrata e sana esulando gli eccessi, né troppo poco né troppo, il giusto insomma. Le vie di mezzo sono spesso la scelta migliore per evitare brutte sorprese come malattie o aumento di peso eccessivo.