Per trovare lavoro un ricco curriculum vitae è senza dubbio ancora lo strumento indispensabile, ma a cambiare sono i canali attraverso i quali domanda e offerta si incontrano, tutto all’insegna della multimedialità e dell’immediatezza.

Fondamentale per trovare lavoro è oggi l’e-recruitment, molto più vantaggioso sia per le imprese in termini di costi, sia per i giovani laureati e diplomati che possono farsi conoscere ed estendere a macchia d’olio la propria candidatura usando il Web.

Attraverso portali mirati, ma anche social network come LinkedIn e Facebook, infatti, le imprese medie e grandi vanno a caccia di nuovi talenti, spesso entrando in contatto gradualmente con i candidati e attivando una conoscenza molto più proficua.

Ma non solo: oltre il 33% delle aziende europee ha un profilo su Facebook, e il fine non è solo quello di far conoscere il brand al grande pubblico ma anche quello di creare una rete dedicata ai potenziali dipendenti. Ecco come spiega questo fenomeno Silvia Bagdadli, docente di Organizzazione e Management delle risorse umane all’università Bocconi di Milano.

«Dati precisi non sono disponibili, ma ormai le aziende, anche le Pmi, usano il canale on line per selezionare praticamente tutte le figure professionali di cui hanno bisogno. L’e-recruitment costa alle imprese molto meno rispetto all’utilizzo di società di ‘cacciatori di teste’. L’altro grande vantaggio è la velocità».


Ma quali sono i profili più ricercati dalle aziende online? Dati interessanti arrivano dal portale Infojobs.it, che ha stilato la classifica delle professioni maggiormente ricercate attraverso i vari canali di e-recruitment, anche in relazione alla zona geografica.

Al primo posto c’è il Web designer, che si occupa della progettazione del sito Web in tutte le varie fasi: diverse opportunità di lavoro in questo settore sono segnalate soprattutto in Lombardia e Veneto, ma anche in Lazio e Piemonte.

Segue il Web analysts, figura determinante per seguire e far aumentare il traffico verso siti e portali, monitorando anche il target di riferimento. Per quanto riguarda le zone che offrono molte possibilità di lavoro, sembra che nelle grandi città ci sia una maggiore concentrazione di professionisti di questo tipo, quindi Milano, Roma, Venezia, Bologna.

E ancora, il Web marketing specialist, che si occupa di tutto ciò che concerne il marketing online, e il Web content editor, il cui ruolo è invece mirato alla gestione dei contenuti Web. Entrambe queste figure sono particolarmente ricercate in Lombardia, Lazio, Veneto, Emilia Romagna, Calabria, Trentino. Infine, il Search Engine Optimization Specialist (SEO) e il Search Engine Marketing Specialist (SEM).

Fonte: Repubblica, Borsa Italiana