Trovare lavoro oggi è piuttosto complicato, sia per la crisi globale che ci circonda, sia perché a volte non ci si impegna a fondo nella ricerca di un impiego.

Ma trovare lavoro dipende anche dalle capacità e competenze sviluppate nel corso degli anni. Perciò esperienza acquisita e andamento della carriera sono in generale le aree del curriculum vitae che attireranno l’attenzione del datore di lavoro.

Se a queste aggiungiamo l’età anagrafica (attenzione, oggi è molto importante affacciarsi quanto prima possibile nel mondo del lavoro), le esperienze personali e in generale le proprie attitudini, il quadro è completo.

Se lo scopo è quello di ottenere il lavoro dei sogni bisognerebbe pensarci per tempo, perché ogni abilità ed esperienza concorre alla formazione del proprio bagaglio culturale. Vediamo nello specifico quelle qualità che bisogna avere nel momento in cui si ha a che fare con il datore di lavoro, perché il primo approccio è sempre fondamentale.

Innanzitutto bisogna saper stringere la mano; sembrerà strano, ma una stretta di mano energica (senza stringere troppo, altrimenti si cade nell’eccesso opposto) farà guadagnare punti. Oltre a questo aggiungiamo un bel sorriso e un elevato grado di buona educazione. Indubbiamente un impatto positivo passa attraverso la puntualità.

Infatti, buona norma è quella di arrivare al primo incontro con il potenziale capo anche 10-15 minuti prima dell’orario prefissato, ovviamente portando tutto l’occorrente con sé. Per far ciò, piccolo accorgimento da seguire specialmente se si tende ad essere ritardatari è quello di spostare gli orologi in avanti.

Altra regola è quella di curare il proprio aspetto; un viso curato e un abbigliamento studiato per l’occasione farà apparire sotto una luce diversa. Questo deve diventare per la consuetudine.

Inoltre, è molto importante sapersi presentare ed essere intraprendenti. Anche se si tratta di un lavoro dove teoricamente non sono in cerca di personale da assumere, si può tentare ugualmente magari facendo capire che manca ancora qualcosa all’azienda e che quel qualcosa è in vostro possesso. Altro aspetto da tenere presente nel momento della presentazione è quello di conoscere bene le proprie qualità e soprattutto saperle comunicare in modo efficace.

In pratica, tutto ciò che compare sul curriculum vitae è quello che si deve esporre a voce, in modo persuasivo. Quindi meglio fare in modo di essere convincenti e soprattutto non andare molto oltre le reali competenze perché altrimenti, se messi alla prova, si rischia inevitabilmente di essere smascherati.

Fonte: Jobs