Ha ben novantasette anni e trecentonove giorni il messaggio in bottiglia più vecchio del mondo, ritrovato a est delle isole scozzesi dello Shetland. Subito analizzato dagli esperti della commissione, il messaggio è quindi stato registrato nell’elenco dei Guinness World Record come “Oldest message in a bottle”.

Era il 12 aprile 2012, per l’esattezza, quando il comandante scozzese Andrew Leaper, durante una delle sue battute di pesca, ha ritrovato tra le maglie della rete la bottiglia che un altro comandante, il Capitano CH Brown della Scuola di Navigazione di Glasgow, aveva gettato in mare quasi un secolo prima e che adesso si trova esposta presso un museo delle Shetland, il Fetlar Interpretative Centre.

Nessun messaggio d’amore all’interno, nessuna donna ricordata tra le righe scritte da Brown. La bottiglia che ha percorso ben 9,38 miglia nautiche, infatti, conteneva una cartolina scritta nel 1914 che prometteva soltanto la ricompensa di sei penny al fortunato finder. La bottiglia faceva parte di una partita di 1890 bottiglie gettate in mare per studiare le correnti marine nei pressi della Scozia.

Scienza dunque, altro che amore. a oggi, soltanto 315 di quelle bottiglie sono state ritrovate nel corso degli anni. Questo ritrovamento, però, è particolarmente curioso. Pare, infatti, che proprio Leaper fosse stato al timone dello stesso peschereccio – il Copious – quando più di cinque anni fa l’amico Mark Andreson ritrovò un’altra bottiglia contenente lo stesso messaggio.

Fonte: Guinness World Record