Molto spesso noi donne ci ritroviamo ad uscire di casa alle 8 del mattino e rientrare la sera tardi dopo un’intera giornata trascorsa tra lavoro, aperitivi con amici, cene romantiche o uscite con i bimbi. Affrontare mattinate intense e pomeriggi ancora più duri è più facile se si ha un make up che ci garantisca la massima tenuta resistendo al sudore, allo smog e… A tutte le nostre peripezie!

La nostra blogger Martina Chiella ha testato per noi alcuni prodotti Shiseido con l’intento di sperimentare un trucco semplice, ma che sia adatto a tutte le situazioni che si affrontano in una giornata piena di impegni. Guardiamo insieme il suo tutorial e scopriamo quali prodotti ci consiglia.

Per iniziare Martina ha applicato una base semplice che non appesantisca il viso come il nuovo fondotinta Sheer and Perfect Foundation I20 di Shiseido, accompagnato poi da una cipria compatta e trasparente come la Translucent Pressed Power della stessa marca, utilizzabile anche nell’arco della giornata per ritocchi veloci.

Passa poi a valorizzare lo sguardo ridefinendo l’arcata delle sopracciglia con un ombretto apposito: l’Eyebrown Styling Compact GY901, per gli occhi, invece, l’ideale è un ombretto di colore chiaro come il rosa del Luminizing Satin eye color trio (Martina nel video usa il BL215), adatto ad illuminare il viso ed ingrandire l’occhio; le tinte pastello, poi, fungono da base perfetta per un trucco più elegante da sera e passare direttamente dall’ufficio al locale più cool. Per infoltire le ciglia applica un velo di mascara Perfect Mascara Full Definition BR602.

Per perfezionare il tutto, Martina ha scelto di ridefinire il suo make up con una terra color pesca della palette Face color Enhancing Trio OR1 e con un lip gloss che dona lucentezza in maniera naturale, il Lacquer Gloss VI708.

In questa maniera la scelta del make up si adatterà facilmente non solo ai vostri impegni giornalieri, ma anche a qualsiasi outfit che deciderete di indossare.

Trovate tutti i prodotti qui descritti sul sito ufficiale Shiseidocliccando qui.

Publiredazionale