Ci si deve truccare in gravidanza? Quanto e con quali i prodotti? La pelle della futura mamma non è più bella al naturale? Lo abbiamo chiesto per voi al makeup artist Luigi Sutera, consulente di Immagine Diego dalla Palma Milano.

Luigi, ci rivolgiamo a te per sapere quali cosmetici si possono usare in gravidanza o in allattamento…

“Durante la gravidanza, il viso tende ad allargarsi e diventa necessario, quindi, ricorrere a stratagemmi che lo rendano più asciutto. Per ottenere un risultato ottimale, è consigliabile utilizzare fard naturali (evitando quelli troppo colorati) o, meglio ancora, ricorrere all’utilizzo di terre abbronzanti perché, rispetto ai fard, hanno pigmenti più discreti e meno vivaci (nella gallery sotto: Terra Abbronzante nr 98 o, da metà aprile 2013 in edizione limitata, Cc Colour Control Professional Bronzing Powder, tutto diego dalla palma). Si applicano a partire dall’attaccatura dei capelli andando in diagonale verso gli angoli della bocca. Si può trasportare l’eccesso di polvere verso le tempie. E’ preferibile utilizzare pennelli con peli tagliati in obliquo NR 26 e non tondi”.

Ma, durante questo periodo, possono anche comparire fastidiose macchie sulla pelle del viso…

“Per questo problema, tipico della gravidanza, anziché applicare fondotinta troppo pensanti che potrebbero creare un effetto innaturale, è preferibile scegliere dei correttori che si possono applicare con l’ausilio di un pennello sulla zona cromaticamente disturbata (nella gallery: Correttore in Stick nr.00 o nr.02). Importante: non scegliere correttori chiari ma sempre leggermente ambrati, appena più scuri della pelle perché ci penserà la macchia a renderli più chiari”.

Qual è il trucco ideale per una donna in dolce attesa?

“Filosofia di diego dalla palma è rispettare quello che è realmente la donna. Dunque, durante la gravidanza, meglio evitare trucchi aggressivi, accesi. Pensando ai tipici problemi di gonfiore, ad esempio, gli ombretti devono essere scelti in tonalità medie come il tortora al posto del nero o il color pelle al posto del bianco o di un ombretto troppo chiaro, perché le tonalità chiarissime accentuano l’aspetto di gonfiore agli occhi. Le labbra sono al top quando sono naturali, colorate con toni discreti, appena vivaci, come aranciati, fragola, oppure in tonalità anche più accese ma stemperate dalla texture leggera. Ideale il Rossetto Shiny nelle tonalità 71 Nudo, 72 Mauve, 73 Rosso, 74 Aranciato, 75 Rosato. Infine, il mascara non deve mai mancare: per chi ha i capelli chiari, la tonalità marrone sottolinea la dolcezza, rende lo sguardo più languido (Mascara Trasformista)”.

E il makeup di una neo mamma?

“Nel primo anno di vita del bambino la mamma si concentra sulle sue responsabilità annullando in parte l’aspetto di essere donna, conservando l’atteggiamento dolce e delicato che aveva durante la gravidanza. Pertanto in questa fase continuerà ad amare i colori tenui, dolci e delicati come il pesca. In seguito riemergerà la vera donna. A questi toni delicati, si può aggiungere un tocco più acceso di Kajal per lo sguardo e tornare a usare prodotti un po’ più scuri e pigmentati per le labbra (RossoRossetto 101)”.

credit image by YanivG via photopin cc