Il trucco occhi, quando la pelle del viso inizia a soffrire per il caldo e l’eccessiva traspirazione, ha bisogno di consigli specifici, sia per non compromettere la salute degli occhi stessi che per regalare la massima durata e l’effetto migliore possibile. A partire dalla base iniziale di una pelle sempre pulita e idratata (e ben struccata a fine giornata), ecco 3 consigli per l’estate che riguardano il trucco occhi.

  • La matita. In estate la matita per gli occhi nera può lasciare il posto alle tinte più accese e colorate, perfette e pratiche per realizzare un trucco frizzante e fresco in maniera rapida. Le formulazioni da preferire sono quelle waterproof, resistenti all’acqua, e per pelli sensibili, anche nel caso che alla matita si preferisca il kajal, per un tocco di precisione e uno sguardo felino. Tra le colorazioni da non dimenticare c’è il bianco, che apre lo sguardo (applicato sulla parte interna della palpebra inferiore) ed esalta l’abbronzatura.
  • L’ombretto. Luminosità è la parola chiave degli ombretti per l’estate: per alleggerire gli occhi e garantire una lunga tenuta è da preferire un prodotto in crema, in una tonalità scintillante, e waterproof. Al bando marroni e grigi scuri, viola melanzana e nero (da scegliere solo nelle serate più eleganti): con gli occhi verdi osate con rame, verde scuro, oro, arancione e lilla; con occhi castani e marroni puntate sulle versioni metallizzate di oro, bronzo e rame, che sono adatte anche a donne con occhi azzurri (che possono però optare anche per tinte fredde come il blu e il viola).
  • Il mascara. Per evitare l’effetto “occhi da panda”, causato dallo sciogliersi del mascara per umidità e sudore, in estate la formula waterproof per questo prodotto è praticamente obbligatoria. Neri, blu o colorati, offrono a seconda della marca lunghezza estrema e volume esagerato e non devono mai mancare anche nel trucco più semplice o nude look dell’estate. Il mascara resistente all’acqua può dare problemi a chi ha occhi molto sensibili, quindi il consiglio è quello di optare per una formulazione specifica meno aggressiva possibile.