Conoscere le calorie è importante per qualsiasi donna che intenda mantenersi in forma fisica e scegliere una corretta alimentazione. Si parla molto spesso di calorie e il loro valore è ormai inserito sopra le tabelle nutrizionali di qualsiasi cibo, ma siamo sicuri di sapere veramente cosa sono e come vanno conteggiate?

La corretta definizione di caloria è la seguente: “Unità di misura della quantità di calore (simbolo: cal), pari alla quantità di calore che occorre somministrare a 1 grammo-massa di acqua distillata per portarne, a pressione atmosferica normale, la temperatura da 14,5°C a 15,5°C”. Ma come si traduce questo nella scelta dei cibi giusti per la migliore alimentazione e per il mantenimento del peso forma?

Spiegato con le parole dei nutrizionisti il termine caloria sta a quantificare l’energia che introduciamo con gli alimenti, e lo scopo è quello di introdurne la stessa quantità che viene spesa, per affrontare la giornata con il giusto sprint e nutrire l’organismo a sufficienza.

Nella scelta del cibo però non è importante solamente il valore numerico delle calorie, ma la composizione delle stesse. Infatti a parità di calorie possiamo trovare due alimenti che differiscono in grassi, carboidrati e proteine. La scelta deve quindi essere fatta in base ai nutrienti di cui si ha bisogno e alle esigenze di ogni singola persona, tenendo conto anche di patologie quali il diabete o il colesterolo alto.

Per quanto invece riguarda la cottura, non incide sul valore calorico degli alimenti ma solo sul loro peso o sulla quantità di grassi introdotti in determinati tipi di ricette come quelle in padella o che richiedono dei soffritti. Inoltre conteggiare il consumo calorico di una persona durante l’attività fisica può essere utile per determinare la quantità necessaria di calorie da introdurre a compensazione, ma non può essere l’unico coefficiente.

Una dieta corretta va calibrata sulle esigenze di ogni singola donna, sulla sua costituzione, sulle percentuali di massa magra e massa grassa e ovviamente deve anche tenere conto delle patologie, allergie o di stati particolari quali la gravidanza e l’allattamento.

Per tutti questi motivi è importante affidarsi alla professionalità di un nutrizionista quando si vuole intraprendere un regime dietetico che misuri le calorie in maniera corretta, senza pericolosi fai da te che terrebbero solo conto del valore calorico degli alimenti in termini numerici ma non nutrizionali, con il rischio di privarsi inutilmente di cibi e di sapori, senza riuscire a ridurre il peso.

Fonte: Melarossa.