Oggi 30 giugno arriva finalmente nelle sale “Eclipse”, terzo capitolo della popolarissima saga “Twilight“. Robert Pattinson, nel ruolo dell’affascinante vampiro Edward, Kristen Stewart, che interpreta l’umana Bella, e Taylor Lautner, nel ruolo di Jacob il licantropo, tornano finalmente sul grande schermo per un nuovo avvincente episodio della saga.

Nonostante la trepidante attesa per l’uscita del film, molti fan resteranno delusi dalla pellicola diretta da David Slade. Infatti, soprattutto coloro che hanno letto i libri dell’autrice Stephenie Meyer noteranno delle importanti lacune nella pellicola in questione. Di seguito gli esempi più importanti.

Quella più importante è sicuramente relativa all’assenza del dialogo tra Jacob e Bella, dove il licantropo spiega il titolo del romanzo, e quindi del film. Jacob si paragona al sole che viene oscurato dalla luna, cioè da Edward. Così Jacob afferma:

“Con le nuvole posso farcela. Ma non posso cavarmela contro un’eclissi”.

Dimenticare o omettere la frase chiave del film-romanzo non sembra avere molto senso.

La scena madre della tenda, che nel libro è carica di tensione perché Edward e Jacob discutono del loro amore verso Bella, si riduce a un paio di battute, neanche troppo convincenti e sentite da parte degli interpreti.

Il libro poi finisce con Jacob che scappa dopo aver saputo delle imminenti nozze tra Bella ed Edward. Ma anche questa scena non c’è nel film.

Mancano poi molti dettagli: Alice organizza la festa per i neo diplomati e mentre tutte le ragazze sono vestite per l’occasione, Bella si presenta in t-shirt e jeans.

A dir poco spiazzante risulta infine la scena in cui Bella muore di freddo nella tenda a causa della tempesta di neve, mentre il mattino seguente passeggia tranquillamente per i boschi in camicetta.

Lacune, errori, disattenzioni: il regista Slade ha rischiato molto con questo film, dato che la maggior parte dei fan della saga sono anche attenti e appassionati lettori della Meyer.