Di pochi giorni fa la notizia di un infortunio accorso a Bono Vox, leader degli U2, con relativo ricovero e operazione d’urgenza. Le prime confuse notizie davano la situazione per risolta, ma a quanto pare il post operatorio sarà molto più lungo di quanto preventivato.

Bono è caduto durante le prove del 360° Tour, accusando dolori alla gamba e una parziale e temporanea paralisi. Il Team medico che l’ha seguito ha riscontrato, durante l’operazione, che alcuni frammenti del disco si erano distaccati creando problemi al canale spinale.

Il post operatorio di almeno 8 settimane, compresa la convalescenza e la riabilitazione, hanno costretto il manager del gruppo ad annullare ben 16 date del tour e cioè l’intera lega americana. Compreso il concerto previsto a Glastonbury, in Inghilterra, in occasione del festival del mese di giugno; evento per il quale gli U2 si stavano preparando da mesi, componendo per l’occasione anche una nuova canzone.

Un affranto Bono ha telefonato Michael Eavis, organizzatore del festival, per avvisare della loro mancanza e per confermare il loro rammarico e dolore. Il tour promoter Live Nation ha confermato, però, che le date americane verranno recuperate nel 2011.

Il 360° Tour, salvo imprevisti, dovrebbe partire il 6 agosto proprio da casa nostra con la data di Torino, per ora ancora confermata sul sito ufficiale degli U2.

A Bono va tutto il nostro affetto e sostegno per una perfetta guarigione.