“Ugly Betty” un plagio? Ad affermarlo è Anita Zedel, che in questi giorni sta cercando di portare alla sbarra i produttori e gli autori del telefilm, compresa l’emittente ABC. Tutto perché, a suo dire, aveva scritto tempo prima il soggetto per un’altra fiction, un film stavolta, “Controlled chaos”, che ricordava la storia di Betty e, in particolare, certi episodi specifici.

Nella corte federale di Los Angeles sono stati depositati i documenti secondo cui l’affermazione della Zedel sarebbe degna di essere presa in considerazione, tanto da procedere all’esame dei fatti. Il problema della Zedel consiste nell’esistenza, secondo lei, del copyright sul suo script, che porterebbe a un risarcimento per danni non specificati.

Controlled chaos“, infatti, parla di un’assistente che si innamora del proprio boss, proprio come capita in “Ugly Betty”, la cui protagonista, una ragazza non proprio bella con l’apparecchio e gli occhiali spessi, entra a far parte di un’azienda nel campo della moda, innamorandosi del proprio datore.

“Ugly Betty”, come tutti sanno, è ispirata a una telenovela colombiana, “Betty la fea“, cioè la brutta, che per molti anni è stato un must anche in Italia e dalla quale è stata persino tratta ispirazione per la telenovela per bambini “Il mondo di Patty”, un’altra con occhiali e apparecchio per i denti.