All’ultimo NAMM show il popolo dei mitomani avrà avuto un sussulto di mero piacere alla presentazione di Ultimate Ears 18 Pro custom monitor, la perfezione della riproduzione musicale in un piccolo formato.

Al sussulto di piacere sarà sicuramente seguito un sussulto di dolore quando si è saputo che il prezzo di vendita è di ben 1.350 dollari.

Ma di cosa si tratta in realtà? Dato il prezzo sarebbe ovvio pensare ad un sofisticato sistema composto da altoparlanti, tweeter, woofer, dock per iPod e iPhone e invece no, si tratta semplicemente di un paio di cuffiette.

Giustifichiamo allora questo prezzo esorbitante descrivendo brevemente quello che contengono questi piccoli auricolari: come prima cosa sono composti ognuno da sei speaker per basse, medie e alte frequenze, con un sistema di cross-over a 4 vie e tre canali dedicati per tenere separati i vari range di frequenze fino al momento in cui, una volta raggiunto il padiglione auricolare, potranno fondersi insieme e ricreare quell’armonia di suoni e di estasi che è la musica.

Le frequenze viaggiano all’interno di cavi sofisticati, ideati per ridurre le distorsioni della musica per una riproduzione perfetta, chiara e pulita.

Opzionalmente è disponibile, con un costo di 50 dollari in più, un sistema per la pulizia del suono dal rumore ambientale, sarà un po’ come isolarsi completamente dal mondo mentre viaggiate con la fantasia sulle vostre note preferite.

Se non vi piace lo stile decisamente estroso non temete, ci sono tantissime possibilità di personalizzazione del colore e dei temi, che potrete scegliere nell’apposito catalogo Ear Art Gallery, con la possibilità aggiuntiva di poter prenotare direttamente il vostro prodotto sul sito Web della compagnia produttrice.

Le possibili varianti di questi auricolari sono davvero notevoli, da terrificanti teschi a decorazioni patriottiche, da tonalità monocromatiche a vere e proprie tavolozze di colori. C’è solo l’imbarazzo della scelta, e aggiungerei anche della spesa.