In occasione del lancio del suo ultimo disco, Superstar, Umberto Tozzi ha puntato il dito contro i talent show italiani, in particolare X-Factor e Amici.

Umberto Tozzi ha dichiarato, in un’intervista esclusiva per CronacaQui, di essere fortemente amareggiato per il comportamento delle emittenti radiofoniche e televisive, colpevoli di averlo abbandonato. Il cantante, inoltre, riscontra un vuoto creativo fatto di musica di poca qualità, dove viene inseguita la moda del momento e si abusa del computer.

Responsabili del decadimento della scena musicale italiana sarebbero i talent show, quali Amici e X-Factor:

Il futuro dei giovani di “X Factor”, secondo me, si chiamerà depressione. “Amici”? Peggio che mai. Mi dispiace anche che colleghi importanti partecipino come ospiti a quelle trasmissioni senza dire veramente cosa ne pensano. Ma la colpa non è dei ragazzi, per carità, ma della gente che c’è dietro. Io sono stato fortunato perché sono cresciuto con persone competenti come Bigazzi, Alfredo Cerruti e anche Mara Maionchi che è l’unica che vedo al posto giusto nel posto giusto.

Proprio in merito a X-Factor, il musicista rincara la dose sminuendo il ruolo dei giudici:

Morgan sta a quella trasmissione come io sto alla politica e la Mori, secondo me, farebbe meglio a seguire gli affari del marito, Adriano Celentano, che reputo un grande artista.

Si tratta, in definitiva, di una dichiarazione di guerra in piena regola, guidata dal risentimento. Non resta che attendere il contrattacco dei diretti interessati presi in causa, nella speranza che tutto si risolva nel migliore dei modi: un’esibizione live di Tozzi a X-Factor.