“Non ci credo se non lo vedo!” Famose parole pronunciate fin dall’alba dei tempi laddove una persona comunicasse ad un’altra la visione di una qualcosa di strano, eccentrico, troppo esagerato per poter rasentare anche una minima soglia di verità.

Probabilmente sarà la stessa frase che pronuncerete dopo esservi informati sull’umidificatore per sigari di Petrof, Humidor.

Si tratta di un dispositivo per l’alloggiamento di sigari, rigorosamente fuori dalla portata delle gente comune, in grado di mantenere precise condizioni di temperatura (18 – 20°C) e di umidità relativa (70-75%) per non intaccare l’aroma e la sensazione che percepireste durante il consumo.

Il cofanetto è costituito da un cilindro in vetro di silicone, sorretto tra due tavole di legno a loro volta corredate da un igrometro, dal dispositivo di umidificazione e da un comoda porticina per inserire in totale comodità i vostri preziosi sigari.

Le componenti in legno sono rivestite da particolari vernici in poliuretano, con diverse tonalità di luminosità o opacità a seconda dei gusti del cliente, in grado di proteggere il cilindro da variazioni termiche esterne.

Prima dell’utilizzo, Humidor ha bisogno di preparare l’atmosfera all’interno del cilindro, portandola al giusto valore di umidità e temperatura. La procedura richiede almeno 12 ore. Durante tutto il funzionamento viene utilizzata acqua distillata arricchita da un particolare antibatterico, perfettamente indolore e innocuo per l’uomo.

Troppo per un porta sigari?