Sono trenta anni oggi. Rino Gaetano scompariva esattamente trenta anni fa, il 2 giugno 1981, a seguito di un incidente stradale. Allora fu un grave lutto per la musica italiana, anche se forse ancora oggi il genio di Gaetano non si riesce a comprendere appieno.

Un cantore degli ultimi, della quotidianità, un menestrello di un’ironia disarmante che riusciva a coniugare temi seri a canzoni apparentemente allegre, che però trattavano a fondo gli orrori e le contraddizioni della società italiana. Inizialmente, in pochi comprendevano la portata rivoluzionaria dei suoi testi, ma gli estimatori di Gaetano sono sempre in continuo aumento.

Galleria di immagini: Rino Gaetano

Alle 21 a Roma, in piazza Sempione, Gaetano verrà ricordato all’interno di un concerto tributo, proprio nel quartiere in cui il cantautore trascorse la sua giovinezza prima del successo. Si esibiranno la Rino Gaetano Band, Sergio Cammariere, Roberta Carrieri e i Tetes De Bois.

Nessuno può spegnere il ricordo di ciò che Rino ci ha lasciato, intense ballate d’amore che trattava con la stessa ironia con cui prendeva in giro TV e politica. E se quest’anno ricorrono anche i 150 anni dall’Unità d’Italia, ci sembra bene ricordarlo così, con una delle sue canzoni più suggestive, che racconta proprio di una parte della nostra storia, “Aida“.