Sembra sia un dato di fatto ormai, il matrimonio fa bene alla salute. La notizia non poteva non arrivare da una coppia ben consolidata, i ricercatori Ronald e Jan Galser.

Uniti nella vita e nel lavoro, i Galser sono specialisti in psiconeuroimmunologia, ovvero lo studio delle relazioni esistenti tra comportamento, sistema endocrino e sistema nervoso, all’interno della Ohio State University. Nella loro ultima ricerca, condotta sulla vita di coppia, hanno studiato la relazione esistente tra sistema immunitario e serenità della vita coniugale, e lo hanno fatto attraverso strumenti qualitativi e quantitativi, medici e sociologici, quali analisi del sangue, colloqui, cene e pranzi simulati, visto che a tavola si discute di più, questionari vari.

Incrociando i dati emersi da queste indagini quindi, i Galser hanno dimostrato come le coppie che litigano di meno sono ovviamente quelle meno stressate, e di conseguenza quelle con le difese immunitarie più forti, visto che lo stress ha la prerogativa di abbassarle. Chi litiga di più quindi ha un fisico più debole ed è soggetto ad ammalarsi più facilmente. Stessa cosa per i single che non beneficiano di un sano rapporto di coppia.

Ciò che ancora i Galser non hanno compreso invece è se gli effetti negativi sulla salute siano permanenti o meno. Da uno studio condotto lo scorso anno però dall’Università di Chicago, è emerso che divorziati e vedovi sono soggetti a uno stress molto forte, da cui è difficile riprendersi, e hanno di conseguenza il 20% di problemi cardiovascolari in più rispetto alle persone sposate.

Non solo matrimonio quindi, ma anche serenità di coppia. Questo raccomandano gli studiosi, e per evitare inutili discussioni consigliano un po’ di allenamento. Il loro studio ora si indirizza al metabolismo e alle discussioni intraprese a tavola e chissà, magari litigare di meno col partner ci aiuta anche a mantenere una buona linea o magari a digerire meglio.