Dall’undicesimo album di inediti di Kylie Minogue, Aphrodite, il 10 giugno è uscito sulle principali stazioni radio il nuovo singolo Put your hands up (If you feel love), segnando così l’inizio del tour mondiale North American Aphrodite Live Tour della splendida cantante 43enne.

L’album, salito in Inghilterra, già dal suo debutto, al primo posto nella classifica discografica, è nato dalla collaborazione con eccellenti artisti del panorama musicale, come Stuart Price e Tim Rice-Oxley, musicisti britannici, confermando la fama della fantastica ed eclettica artista australiana Kylie Minogue.

Galleria di immagini: Kylie Minogue

Venere in miniatura, Kylie Minogue, si è sempre distinta come una donna poliedrica, in essa si fondono, contemporaneamente, i ruoli di attrice, cantante, stilista e produttrice discografica. I suoi concerti sono ricchi di effetti speciali, spettacolari per le evoluzioni e danze del team di ballerini che danno movimento alle sue canzoni dance-pop. Al suo attivo può vantare oltre 60 milioni di dischi venduti in tutto il mondo. Un successo dietro l’altro, sempre sulla cresta dell’onda, nonostante la malattia che dal 2005 al 2006 interruppe temporaneamente la sua ascesa e che grazie alla sua tenacia e alla terapia riuscì a sconfiggere, potendo tornare così a calcare le scene dello spettacolo musicale con maggiore entusiasmo.

L’album Aphrodite è:

“un tributo all’amore universale”

Ispirato, come già denota il titolo, agli dei dell’antica Grecia.

Infatti, Afrodite, per i greci, o Venere per i romani, era la dea dell’amore che con la sua bellezza incantava e affascinava tutti gli uomini immortali e non. E chi meglio di Kylie può rappresentarla?