È successo a Seattle, dove un poliziotto ha reagito eccessivamente alla resistenza opposta all’arresto da una ragazzina di colore di soli 17 anni.

La ragazza stava attraversando la strada con una sua amica poco più grande, quando sono state bloccate dall’agente e accusate di Jaywalking, termine comunemente usato in USA per indicare l’atto di attraversare una strada dove è proibito per l’eccessiva pericolosità del nodo stradale e mancanza di strisce pedonali apposite.

Il poliziotto, dopo aver dichiarato in arresto le due giovani per il reato commesso, hanno opposto resistenza dimenandosi come potevano, ma nel tentativo di immobilizzarle il poliziotto ha sferrato un pugno diretto in faccia alla ragazza più giovane, la quale si è accasciata per il dolore.

Essendo in un quartiere molto popolato da turisti e non solo, molte sono state le persone che si sono fermate a guardare cosa stesse accadendo e qualcuno ha ben pensato di immortalare la scena con un video fatto con un cellulare, provando così la colpevolezza del poliziotto nell’atto di violenza.

Presto il caso sarà presentato in tribunale dove l’agente dovrà rispondere all’accusa di abuso di potere, mentre le ragazze dovranno rispondere ad accuse di attraversamento incauto e resistenza a pubblico ufficiale.

Ecco il video: