Dopo una lunga pausa invernale i “V” sono tornati martedì scorso sulla ABC con le puntate inedite, ma nonostante il nuovo produttore esecutivo, Scott Rosenbaum, lo show non ha riscosso il successo sperato, totalizzando 7,29 milioni di telespettatori. Sembra incerto, infatti, il destino del reboot in continuo calo nei ratings.

Anche “Fringe” non è riuscito a conquistare il pubblico statunitense registrando uno dei risultati più bassi dell’anno: il primo aprile solo 5,97 milioni di americani si sono sintonizzati su Fox per seguire il ritorno della serie.

In “Welcome to the war” scopriremo sempre di più riguardo il vero significato dello sbarco dei Visitors sulla terra, mentre oggi, Joi trasmetterà una speciale maratona di V con le prime quattro puntate della serie.

Nel sedicesimo episodio della seconda stagione di Fringe, invece, torneremo indietro nel 1985 in una backstory interamente dedicata al passato di Peter e Walter Bishop. Il telefilm creato da J.J. Abrams, visibile in Italia sul digitale terrestre di Mediaset Premium, è stato recentemente rinnovato per una terza stagione.