Un team di ricercatori al lavoro presso l’Albert Einstein College of Medicine della Yeshiva University sono riusciti a realizzare un vaccino efficace contro la tubercolosi. Gli esiti dello studio condotto dall’equipe sono stati molto incoraggianti, almeno nella sperimentazione preliminare effettuata contro gli animali: per tale motivo, in futuro si potrebbe avere a disposizione una vaccinazione atta a sconfiggere tale malattia.

Ciò che infatti si ha a disposizione oggi contro la Tbc non è sempre efficace anche poiché i ceppi di tubercolosi stanno iniziando a resistere agli antibiotici. Infatti, come ha spiegato William Jacobs Jr:

produrre vaccini efficaci contro la tubercolosi richiede una migliore comprensione dei meccanismi utilizzati dal Mycobacterium tuberculosis, la specie batterica che causa la malattia, per eludere la risposta immunitaria del corpo.

Secondo quanto ha sottolineato Jacobs, gli animali vaccinati che sono sopravvissuti per più di 200 giorni avevano gli organi completamente liberi dal batterio, cosa mai vista prima con le altre vaccinazioni. C’è da dire però che solo il 20% delle cavie sono sopravvissute, pertanto la sperimentazione richiederà ulteriore tempo per essere portata avanti e inoltre non si sa se funzionerà sugli esseri umani. Comunque, si tratta di un grande passo avanti compiuto dalla ricerca perché non erano mai stati individuati i “geni truffatori”.

L’Organizzazione mondiale della Sanità (Oms) ha applaudito la ricerca e la sta sostenendo con forza, anche perché oggi la tubercolosi uccide circa 1,7 milioni di persone ogni anno e il batterio che la scatena ha già infettato una persona su tre al mondo. Trovare un rimedio contro la malattia è questione urgente, così come è importante prevenirla ed evitarla. In tal senso, basterebbe seguire basilari norme igieniche, quali ad esempio evitare di sputare per terra, cosa che farebbe addirittura dimezzare i rischi.

Fonte: AGI