Gli zuccheri sono spesso eccessivi in una dieta che, soprattutto per i bambini in fase di crescita, dovrebbe nutrire ma non far ingrassare, dare forza e sostegno, ma non portare a danni alla lunga sul proprio organismo. In particolare, i dolci confezionati ma anche le bevande, dal tè ai succhi di frutta, sono un po’ troppo ricchi di zucchero e rischiano anche di generare una vera e propria dipendenza dalla dolcezza. Così esistono dei perfetti sostituti dello zucchero bianco, che presentano lo stesso nutrimento, ma comportano anche meno danni da abuso. Perché, si sa, con gli alimenti dolci uno tira l’altro e spesso non si riesce a darsi una misura. Ecco alcuni consigli per la dieta.

Naturalmente gli zuccheri non possono essere assenti in una qualunque dieta, a qualunque età, non solo se si svolge un mestiere che comporta un certo impegno fisico, ma anche per i mestieri intellettuali. Ma tutti gli zuccheri sono sostituibili con altro. Tutti i nutrizionisti sono concordi nell’affermare che gli zuccheri semplici possono essere sostituiti con carboidrati complessi, come riso, pasta e pane. Mentre per quanto riguarda gli zuccheri tout court, si possono preferire delle forme più naturali, come gli zuccheri della frutta.

Inoltre, lo zucchero di canna è preferibile a quello bianco, perché si ricava dal succo spremuto della canna da zucchero, fatto bollire ed essiccato, senza essere sottoposto a raffinazione. Non si deve confondere però con lo zucchero integrale, ed è per questo che è meglio acquistarlo in erboristeria. Tra gli altri dolcificanti naturali, però, il migliore è il malto, che si ottiene dalla germogliazione e fermentazione dei cereali. Inoltre, si può utilizzare anche lo sciroppo d’acero, che si estrae dal tronco dell’albero e ha un gusto caramellato.

Tra gli zuccheri derivati direttamente dalla frutta c’è anche lo sciroppo di mele, molto più dolce dello zucchero tradizionale, quindi non bisogna eccedere con le quantità. È ottimo per la preparazione dei dolci. Ugualmente, c’è il poco calorico succo d’agave, anche questo ottimo per la preparazione di dolci, però al cucchiaio, data la consistenza liquida. Infine, la sostanza più dolce che esista, il miele, che può aiutare a moderare l’assunzione di zuccheri e carboidrati e limitare i picchi di glicemia.

Fonte: Tgcom.