Ogni dieta dimagrante si basa su un’attenta selezione degli alimenti. Ce n’è uno in particolare che ha tutte le carte in regola, e che non dovrebbe mai mancare sulla nostra tavola. L’ispirazione arriva dalle feste, da un piatto gustoso che la tradizione vuole addirittura come portatore di fortuna: lunga vita alle lenticchie, specialmente quelle rosse. Sdoganarle dal periodo natalizio è una delle cose migliori che possiamo fare per la nostra linea, regalandoci l’abitudine di consumarle con frequenza anche dopo capodanno.

Molto diffuse in Medio Oriente, sono note anche come “lenticchie egiziane”. Sono di piccole dimensioni, e in commercio si trovano più che altro in edizione secca. Abbondano di carboidrati complessi (circa il 45-50 percento), ma anche di proteine vegetali (20-22 percento), al punto che ogni tanto sarebbe buona norma sostituirle alla carne, soprattutto se stiamo seguendo una dieta dimagrante. Rispetto a quelle animali hanno il vantaggio di essere meglio assimilabili. Anche i legumi hanno il loro prodotto a “alta digeribilità”.

Ma non è tutto. Le lenticchie rosse sono ricche anche di fibre. Ce ne sono dai 12 ai 14 grammi in ogni etto, così possiamo regolare meglio l’attività del nostro intestino. Addio stitichezza, un passo in avanti per la nostra dieta dimagrante. Non mancano, poi, alcuni micronutrienti in grado di fungere da “carburante” metabolico, come ferro, fosforo, potassio e vitamine del gruppo B. Tutto questo senza eccedere con le calorie.

Il vero vantaggio, però, è la scarsa quantità di grassi, niente di meglio per una buona dieta dimagrante. Rinunciando a una bistecca a favore delle lenticchie rosse possiamo evitare alimenti ricchi anche di colesterolo. Inoltre, proprio perché perfettamente bilanciati a livello di carboidrati, fibre e proteine, questi legumi aiutano a tenere sotto controllo la glicemia nel sangue, e quindi l’insulina, fondamentale per metabolizzare gli zuccheri. Così possiamo fare a meno di un ulteriore accumulo di adipe, e preveniamo infiammazioni e diabete. Questo non significa che le lenticchie rosse non contengano grassi, ma di certo sono pochissimi. E sono insaturi, cioè i migliori sulla piazza. Ricchi, tra l’altro, di Omega 3.

Sono adatte a tutti, a chi tiene alla linea oppure no. Strizzano l’occhio anche ai bambini a rischio sovrappeso, perché si tratta di ingredienti ideali per dare vita a piatti alla portata di tutti, come le creme e le vellutate che piacciono tanto ai più piccoli. Le lenticchie rosse, poi, sono versatili e rapide da cucinare. Si cuociono in fretta e non hanno quasi mai bisogno di ammollo, cosa che al giorno d’oggi non è certo da poco. Sono ottime da accompagnare con verdure e cereali, ricette talmente perfette per la nostra dieta dimagrante che richiedono un unico ulteriore suggerimento: meglio mettere nel carrello quelle decorticate, cioè prive della “buccia” esterna. Via la cellulosa. Così digeriremo meglio ed eviteremo fastidiose fermentazioni intestinali.

Fonte: Riza.