Dopo alcune edizioni non proprio all’altezza della fama del festival, quest’anno la “Berlinale“, si presenterà ai nastri di partenza con una formula più accattivante, grazie ad alcune novità fortemente volute all’estroso direttore Dieter Kosslick. A parte la presidenza della giuria affidata a Werner Herzog, una delle novità della prossima “Berlinale”, è rappresentata dalla rassegna intitolata “In the food for love”, che raccoglierà 11 opere dedicate al cibo, alla natura e all’amore; fra i film selezionati va segnalata la presenza dell’italiano “Io sono l’amore” di Luca Guadagnino.

Ogni film verrà presentato da una stella in materia culinaria, che ispirandosi alla pellicola preparerà una serie di gustose portate. Il 12 febbraio, sarà invece presentata una versione integrale del capolavoro della fantascienza diretto da Fritz Lang “Metropolis“, mentre la colonna sonora verrà eseguita dal vivo dalla Rundfunk Sinfonieorchester di Berlino.

Fra i titoli più interessanti presenti all’interno della manifestazione abbiamo “Shutter Island” film di Scorsese con Leonardo Di Caprio e Mark Ruffalo, “The Ghost writer” di Polanski che vedrà per protagonisti Ewan McGregor e Pierce Brosnan, e il film della regista bosniaca Jasmla Zbani “Na Putu – On the path”.

La “Berlinale” sarà inaugurata dal film cinese “Togheter” di Wang Quan’an, mentre a rappresentare l’Italia al festival ci saranno il film di Silvio Soldini “Cosa voglio di più“, e l’ultimo di Ferzan Ozpetek “Mine Vaganti, ricordiamo che la rassegna inizierà l’11 febbraio e si concluderà il 21 febbraio.