Non solo scarpe, borse e abiti sono sottoposti ai diktat di stilisti e creativi, ma anche le unghie, a ogni stagione, devono rispondere a indicazioni e suggestioni comparse sulle passerelle delle sfilate di moda.

I trend più forti di questa primavera? Colorate nei toni più accesi, al naturale o laccate con tinte dark: la manicure quest’anno accontenterà davvero tutti i gusti.

Vediamo allora quali sono le 5 tendenze primaverili più cool in fatto di unghie.

  1. Delicata e naturale: è arrivato il momento di sfoggiare una nail art nei toni del nude e bianco avorio. Le unghie sono perfettamente laccate e prive di qualsiasi ornamento. Il naked look attraversa indenne le stagioni, sia con unghia corta e naturale, sia con tips a forma di mandorla. Se piacciono i toni tenui, ma si desidera comunque un tocco di luminosità, si può applicare uno smalto nude con finish perlato.
  2. A tutto pastello: rosa quarzo e azzurro serenity, ma anche il giallo ranuncoloe il pesca, sono le nuance incoronate da Pantone come le significative dell’anno e giocheranno un ruolo significativo nella palette di primavera. La voglia di colore raggiunge l’apice con con una manicure che propone una cromia differente su ogni dito.
  3. Toni accesi: largo a smalti turchese, rosa barbie, rosso fragola e blu elettrico. Lo smalto può essere sfogiato da solo, oppure abbinato a una tonalità a contrasto per creare una nail art originale. Al bando glitter e pagliuzze colorate in nome di colori satinati e luminosi, che permettono di accendere dei punti luce sulle mani. Quasi una sorta di strobing manicure.
  4. Mood dark: se non si rinuncia a colori scuri nemmeno per la bella stagione, si può optare per il classico nero oppure per tinte eleganti come il rouge noir. Meglio, però, scegliere smalti dalla finitura super brillante per un effetto glossy. Per un effetto particolarmente lucido, è sufficiente applicare due passate di top coat, o anche tre, fino a quando si ottiene un effetto – appunto – annacquato, molto gradevole.
  5. Forme: sembra destinata a essere sorpassata la classica forma squadrata, che lascia spazio a una forma più minimal, chic ed elegante, il più possibile naturale. Al massimo due o tre millimetri di lunghezza al di fuori del letto dell’unghia, cercando di seguire quello che propone il corpo. Va ricordato – e sarà spesso ricordato nei prossimi mesi – che la mano non deve forzare, ma deve costituire un completamento del look e ogni tipo di manicure deve adeguarsi a questo contesto e a questo dettame.