Mani e piedi perfetti sono il sogno di ogni donna. Ma come avere unghie belle, curate e resistenti? La cura delle unghie non può prescindere da una corretta alimentazione: spesso infatti unghie che si sfaldano o unghie che si spezzano sono sintomatiche di carenze alimentari, ma anche di anemia, problemi alla tiroide, onicomicosi (patologie della lamina ungueale derivanti dall’azione di funghi patogeni) o dell’uso di sostanze aggressive (come detersivi troppo aggressivi o smalti di dubbia qualità). Ma non è tutto: come sapete, le unghie possono diventare nere e staccarsi anche in conseguenza di traumi, un esempio per tutti sono le unghie che cadono per la corsa. Mangiare in modo sano e vario, utilizzare cosmetici di provenienza certa e correttamente conservati, coccolarsi con i rimedi naturali e, in caso di necessità, affidarsi a medici, podologi ed estetiste esperte sono, uniti a un pizzico di costanza, gli ingredienti per avere unghie da star. Ecco i nostri consigli per voi, raccolti in una mini-guida.

Cosa mangiare per rinforzare le unghie

Composte principalmente da cheratina, una proteina composta da amminoacidi, oligoelementi e vitamine, le unghie possono risentire della carenza di tali nutritivi, oltre che della disidratazione. I cibi che aiutano a mantenere unghie sane e forti sono cavoli e broccoli, crostacei, latticini, legumi (in particolare lenticchie e fagioli), tuorlo d’uovo, germe di grano, riso integrale, pesce e uova. Tutti questi alimenti permettono d’integrare i nutrienti fondamentali per costituire la cheratina: cisteina, acido glutammico, arginina, zinco, ferro, rame, zolfo, molibdeno, proteine sulfonate e vitamina H, vitamina A, vitamina B6, vitamina C e vitamina E. Quando non vi è possibile alimentarvi in modo vario, completo e corretto, potete chiedere consiglio al vostro medico curante che potrà consigliarvi degli integratori per le unghie.

Come avere mani curate

Una manicure perfetta comincia con il limare le unghie: scegliete limette di cartone e date alle unghie la forma voluta quadrata, ovale, tonda o squadrata con i bordi arrotondati, secondo l’ultima tendenza del momento. Fate attenzione al verso in cui limate le unghie: mantenete sempre lo stesso per evitare di indebolirle.

Proseguite immergendo le mani in una bacinella riempita di acqua tiepida in cui potrete aggiungere alcune gocce di olio essenziale per ricreare in tutto e per tutto un’atmosfera da spa e coccolare tutti i vostri sensi: la scelta è particolarmente ampia, dall’energia degli agrumi (limone, bergamotto, arancia), alle note rilassanti della lavanda a quelle fresche del tè verde. Lasciate le mani nell’acqua per circa tre minuti, in modo che le cuticole possano ammorbidirsi, poi passate sulle stesse un olio per cuticole: in commercio ne trovate tantissimi, ai prezzi e nelle formulazioni più svariate, ma potete anche realizzare un olio per cuticole fatto in casa miscelando olio di oliva tiepido e gocce di limone, olio di mandorle e olio d’oliva, oppure olio di ricino e oli essenziali.

Tamponate i residui e procedete spingendo all’indietro tutte le pellicine con un bastoncino di legno di ciliegio, poi tagliatele delicatamente con una tronchesina facendo attenzione a non spingervi troppo oltre la lunetta per evitare che la zona, molto irrorata, possa sanguinare. A questo punto potete dedicarvi a un massaggio rilassante: scegliete una crema nutriente per le mani, senza parabeni e paraffina liquida, e per circa cinque minuti dedicatevi a un piacevole automassaggio, non dimenticando la zona dei polsi.

Come mettere lo smalto? La regola d’oro è non dimenticare mai la base che proteggerà le vostre unghie dallo smalto, evitandone l’ingiallimento. Potete scegliere uno smalto rinforzante, nel caso abbiate unghie fragili. Poi, scatenate la fantasia: da una semplice French manicure alla più estrosa nail art la parola d’ordine è divertimento. Sigillate la vostra manicure con un top coat che vi consentirà di far durare di più il vostro smalto.

Infine, ricordate di proteggere le vostre mani con i guanti quando vi dedicate alle faccende domestiche e rimuovete lo smalto solo con solventi per unghie senza acetone.

Come avere piedi perfetti

Veri protagonisti dell’estate, i piedi devono essere curati anche d’inverno. Le unghie dei piedi, in particolare, sono un vero e proprio biglietto da visita: averle sane e belle è un imperativo per ogni donna. Ma come avere unghie dei piedi perfette? Una pedicure impeccabile prevede per prima cosa un pediluvio ristoratore in acqua calda in cui avrete disciolto sale oppure bicarbonato o amido di mais, per ammorbidire la pelle e sgonfiare i piedi. Rimanete con i piedi nella bacinella per circa un quarto d’ora, poi concedetevi uno scrub e insistete sulle zone più ruvide con una pietra pomice. Proseguite sciacquando i piedi direzionandovi getti di acqua fredda per stimolare la circolazione, senza dimenticare la zona delle caviglie.

Tamponate e proseguite al taglio delle unghie con forbicine o un paio di tronchesine: scegliete una forma squadrata con bordo libero per evitare che le unghie si incarniscano. Eliminate eventuali irregolarità con una lima a grana grossa, ricordando che le unghie dei piedi devono essere corte per evitare che, sbattendo contro la tomaia delle scarpe, possano traumatizzarsi. Continuate massaggiando i piedi con una crema specifica e, nel caso siano molto secchi, optate per un impacco di crema e dormite con i calzini per fare sì che questo penetri nella cute durante la notte. Con gli appositi separatori per unghie (sostituibili con un fazzoletto attorcigliato passato fra le dita), proseguite stendendo lo smalto: non dimenticate come al solito la base, poi sbizzarritevi con i colori.

photo credit: Galveston.com via photopin cc