Anche le mani vogliono attenzione e le unghie sono da sempre motivo di creatività. La moon manicure era un must negli anni ’30 e prende questo nome perchè l’unghia non viene ricoperta complteamente dallo smalto; difatti, si lascia una luna alla base dell’unghia e questo espediente le fa sembrare più lunghe.

Ad oggi la moon manicure si è evoluta e la lunetta che lascia scoperta l’unghia può essere anche realizzata con smalti colorati e in più modi, così da render chiara la propria personalità attraverso le mani. Questa manicure può essere divertente o sofisticata, dipende tutto dai colori scelti e dalla grandezza e la forma della luna; Dita Von Teese, regina indiscussa del burlesque, ha riesumato questo trend anni ’30 sfoggiandolo in qualsiasi occasione. Infondo c’era da aspettarselo da una diva come lei dal sapore retrò.

Realizzare questa manicure è facile: innanzitutto l’unghia deve essere ben pulita, poi si passa alla forma che deve essere arrotondata; in seguito si stende una base neutra di quelle con proprietà rinforzanti e si applica la lunetta staccabile alla base dell’unghia. Alla fine si applica una mano di smalto del colore desiderato e si stacca la lunetta.

Un’alternativa sarebbe quella di colorare anche la lunetta, la quale può avere varie forme come ad esempio una mezza luna o un quarto di luna. Così facendo si possono creare svariate combinazioni di colori e di forme, sfoggiando un look nuovo e creativo.

Fonti: SmaltiMania.Com, OurVanity.com.