Nuova polemica su una star italiana che ammette di fare uso di sostanze illegali per il suo benessere fisico. Dopo il caso Morgan, è il turno di Ornella Vanoni, che ha scatenato un putiferio con le sue recenti affermazioni su un argomento tanto discusso quanto delicato: la cannabis.

Durante un’intervista su RadioDue, la Vanoni ha annunciato in pompa magna di essersi fatta qualche spinello in passato, ma solo per scopi terapeutici contro l’insonnia. Questa dichiarazione ha subito mobilitato il Ministro Carlo Giovanardi, indignato e deluso da questa confessione inopportuna. Ecco le esatte parole di Ornella:

Qualche canna me la sono fatta in passato, ma solo per dormire, non certo per vivere.

La cantante settantaseienne era stata chiamata in causa proprio per commentare un’originale proposta di Giovanardi, che ha chiesto l’obbligo del test antidroga per i dipendenti Rai. Pare proprio che per la televisione nazionale questo argomento sia sempre materia di disaccordo, basta pensare al recente caso di Belen Rodriguez a Sanremo, il cui percorso è stato affiancato a quello di Morgan, sebbene totalmente differente.

Ciò che viene criticato sia a Castoldi che alla Vanoni, infatti, è proprio l’ostentare l’uso droga per scopi apparentemente medici, o comunque per trovare sollievo da problemi del corpo e della mente. Il Ministro ha subito rilasciato un commento abbastanza duro:

Personalmente non sto a spendere soldi pubblici, energia, coinvolgere famiglie, comunità, educatori, la scuola per insegnare ai ragazzi che la droga li distrugge e li fa morire per sentire poi qualcuno che manda questi messaggi. Se ha detto così, io mi indigno.

Non si sa ancora se questa confessione della Vanoni le costerà lo show tutto suo che, si dice, avrebbe dovuto andare in onda prossimamente sulle reti Rai.