Uomini di Dio” è un film diretto dal regista francese Xavier Beauvois, che ha debuttato nei cinema il 22 ottobre.

Dopo aver vinto il “Gran Premio della giuria” allo scorso Festival di Cannes e dopo aver sbancato i botteghini francesi, il film rappresenterà la Francia agli Oscar. “Uomini di Dio” racconta i tragici eventi successi in Algeria nel 1996 quando un gruppo di monaci sono stati massacrati dalla Jihad islamica. La storia si ambienta nel monastero sulle montagne del Tibhirine, in cui otto monaci anziani vivono serenamente con la popolazione musulmana locale.

I monaci vivono nella povertà e svolgono le loro attività quotidianamente: coltivano, pregano, aiutano il popolo del villaggio con medicine e parole di conforto. In seguito ad alcuni sanguinosi eventi, questi sono invitati dalle autorità a lasciare il Paese e sono combattuti se lasciare il monastero e rientrare sani e salvi in Francia o restare insieme al “loro gregge”. Alla fine scelgono di continuare la loro missione. Una notte del marzo del 1996 saranno però sequestrati e giustiziati da un gruppo armato della Jihad islamica.

Il regista Beauvois porta sul grande schermo una bellissima storia d’amore verso Dio e gli uomini, una storia di coraggio ma anche di grande umiltà. Senza condannare o criticare, il regista riesce a emozionare con i semplici canti religiosi dei suoi monaci, prima uomini fragili con i loro dubbi e le loro paure e poi come monaci, capaci di azioni coraggiose in nome dell’amore universale di Dio.

I personaggi accolgono nel loro convento i bisognosi, anche se questi sono musulmani o terroristi. Beauvois regala una grande lezione di onestà e di pace in un mondo lacerato dagli odi e dalle guerre di religione.

Uomini di Dio” è un piccolo gioiello cinematografico, basato su una storia vera, che vuole insegnare come gli uomini siano tutti uguali di fronte alla morte e sotto lo sguardo di Dio, aldilà del colore della pelle o delle religioni professate. Del cast fanno parte Jean-Marie Frin, Jacques Herlin, Philippe Laudenbach, Michael Lonsdale, Olivier Rabourdin, Roschdy Zem, Sabrina Ouazani, Goran Kostic, Lambert Wilson, Xavier Maly e Loïc Pichon.