Parliamo ancora una volta di questo straordinario strumento che è Facebook, e del ruolo fondamentale che può avere in un rapporto di coppia o presunto tale, ma anche semplicemente nell’abbordaggio.

Siamo oramai tutti consapevoli che il Web e i Social Network in particolare sono lo strumento di rimorchio che ha svoltato la vita a tanti sfigatelli, uomini più o meno giovani definibili “galli cedroni da tastiera”: son figo di qui, ho il gluteo sodo di lì, e poi quando hai la malaugurata idea di accettare un invito dal vivo, ti rendi conto dei miracoli di photoshop, ma soprattutto della finzione che la mente umana è capace di concepire quando si sente protetta dallo schermo di un PC. Fate attenzione, perchè i brutti e ipocriti sono la peggior razza: non soddisfano né gli occhi, né la mente.

Accade anche, però, che magari il soggetto preso in considerazione sia anche un bel ragazzo, che soddisfi quindi le aspettative. Si tende, in questo caso, a dargli maggior credibilità: “Che male potranno mai farmi quegli occhi di angelo”. Si finisce a pensare una cosa più o meno simile. Peccato però, che il vostro Arcangelo Gabriele magari sia fidanzato o, peggio, sposato con figli e ve lo nasconda dietro i suoi folti riccioli.

I modi per sgamare i presunti galli col naso da Pinocchio potrebbero essere diversi, nessuno scientificamente provato perché l’oggettività in questi casi vale davvero poco: le situazioni cambiano da individuo a individuo e per non far la fine della gallina in brodo bisogna perlomeno prendere dei piccoli accorgimenti, ad esempio:

- stare attente che lui non si limiti a contattarvi su Facebook tramite posta privata, ma vi aggiunga tra gli amici. In caso contrario, con un profilo molto protetto potrebbe nascondervi eventuali relazioni con altre donne, ma soprattutto evitare che quest’ultime si accorgano di voi;

- provare a raccogliere informazioni sull’individuo: Google può essere in questo senso il vostro migliore amico e talvolta consultarlo è quasi più fruttuoso che contattare un investigatore privato;

- se non vi risponde sempre alla prima telefonata e vi richiama dopo ore senza farsi sentire nel frattempo neppure con un messaggino non è un buon segno;

- se avete dubbi provate ad aggiungere il soggetto su più Social Network. Se non è registrato su Twitter e vi confessa che quest’ultimo non gli piace, dubitate di lui, non è una persona trasparente. Fidatevi.

photo credit: unicoletti via photopin cc