La pioggia scesa senza interruzione a New York ha bloccato la programmazione dell’Us Open e sono state rinviate tutte le partite, compresa quella dei quarti di finale di Flavia Pennetta. L’azzurra dovrebbe giocare oggi alle 19, ora italiana, contro la tedesca Angelique Kerber.

L’acqua ha sconvolto il calendario e ieri sera a Flushing Meadows si è dovuto rinunciare anche all’ipotesi di far disputare in extremis i quattro incontri femminili previsti. Si sono scatenate da subito una serie di polemiche per il rinvio dei match maschili di Rafael Nadal e Andy Murray, lamentatisi di esser stati mandati ugualmente in campo, seppur con una forte pioggia e il rischio di scivolare, e vedersi rinviato lo scontro dopo soli 15 minuti.

Lo scontro di quarti di finale di Flavia Pennetta contro Angelique Kerber era programmato come secondo sul Louis Armstrong Stadium, ma per la prima volta dal 1971, l’Us Open è stato sospeso per due giorni di fila a causa della pioggia. Non si è infatti giocato martedì e ieri è stato possibile svolgere un regolare match – quello di Serena Williams e Anastasia Pavlyuchenkova – solo per un quarto d’ora nel primo pomeriggio, poi rinviato per le cattive condizioni in cui si doveva giocare.

È probabile che, per il quarto anno consecutivo, la finale dell’Us Open si giochi di lunedì. Nel frattempo, dopo l’uscita di scena di Francesca Schiavone, vi è grande attesa per il match della Pennetta, la quale per la terza volta nella sua carriera è approdata ai quarti della competizione, con la strada della semifinale aperta davanti e un carico di grinta tutta da sfoderare.

Fonte: La Gazzetta dello Sport