Dopo le penne USB della collezione Enigma, Gresso ha deciso di buttarsi a capofitto nel grande mondo dei sistemi di storage, inaugurando la nuova collezione Pandora.

Il nome è sicuramente evocativo. Vi ricordate il mito di Pandora e del suo vaso, dentro il quale erano stipati tutti i mali del mondo? Ebben, anche le chiavi Pandora by Gresso hanno la capacità di contenere davvero moltissimi dati: la loro memoria è infatti di ben 64 Gb.

COme nella tradizione Gresso, anche le chiavette USB Pandora sono realizzate con pregiatissimo legno africano. Il primo modello, Pandora in Black, è in legno blackwood vecchio di 200 anni con rifiniture in oro giallo 18 kt, mentre il secondo, Pandora in Red, è in legno rosso africano e argento. Novità anche nel sistema di sicurezza: sulla pen drive è applicato un piccolo scanner in grado di riconoscere le impronte digitali.

Pandora in red

I costi, naturalmente, sono abbasanza proibitivi: 9.999 dollari per la chiavetta nera, 1.000 dollari per quella rossa. Personalmente, trovo molto più belle le pen drive della collezione Enigma, dal design più accattivante e ricercato. Detto francamente, anche il prezzo è francamente esagerato per una chiavetta così semplice.

Ma d’altronde, è ancora difficile capire le logiche di questo mercato. In ogni caso, pollice alzato per la capacità di storage, davvero elevata.