Le relazioni di coppia possono giungere a un punto di stallo. È allora che ci si chiede: è giusto continuare o è meglio troncare? L’amore come sempre è la risposta. Ci sono delle volte in cui non si può più andare avanti, in un’espressione quando manca la fiducia reciproca: si tratta di un processo che può avvenire per una causa scatenante grave, come una violenza, o un’altra che ha delle attenuanti, come il tradimento, oppure a causa di una questione caratteriale che coinvolge una delle parti o entrambe. Ma poi ci sono anche quelle crisi, quei problemi di salute o finanziari, che coinvolgono uno dei due membri della coppia. E allora come ci si comporta?

=> Scopri se sei pronta a vivere l’amore della tua vita.

Una delle soluzioni migliori da attuare quando si attraversa una crisi di coppia è cercare di risolvere insieme ogni problema. Quando si hanno delle relazioni stabili, che si tratti di un matrimonio o di uno stare insieme che si protrae nel tempo, una crisi può succedere, ma fronteggiarla insieme è fondamentale. Il tradimento nello specifico è un problema che coinvolge entrambi: tuttavia, bisogna capire che quando accade qualcosa da entrambe le parti si è incrinata a monte. Per cui bisogna andare alla base del problema e ricostruire quell’amore su cui si fonda il rapporto.

Ben più complesso è il problema di una crisi che arriva solo per una parte della coppia, come un problema di salute o finanziario. Intanto, definire il motivo di salute può assumere differenti contorni, perché si va da un male tangibile come una malattia del corpo a uno intangibile come una malattia della mente. E mentre per un problema finanziario una soluzione si può sempre trovare, quando si parla di salute ci si può infilare in una strada senza uscita, soprattutto per un male intangibile, come un tumore. Con le malattie d’origine mentale invece va meglio, perché i progressi in termini di psicanalisi e di medicina fanno sì che l’amore compensi tutto ciò cui il progresso non può raggiungere.

Quando la crisi è grave l’unica cosa giusta per un po’ è annullarsi nell’altra persona. Questo potrebbe anche portare a un grande dolore, nel caso il problema non si risolva, ma è l’unica strada percorribile se non ci si vuole svegliare un giorno e non riuscire a guardarsi allo specchio tra i rimpianti. Si deve essere un partner attento all’altro ma non invadente, qualcuno che è presente per soddisfare i bisogni dell’animo, ma se occorre guarda anche da lontano.

Fonte: Sheknows.