Le vacanze con bambini in famiglia sono inevitabilmente diverse: destinazioni, mezzi, alloggi e valigie, ecco la guida per non sbagliare e non trasformare un momento di riposo e allegria in una stressante fatica.

Quando partire. Fino a 18 mesi di età sono da preferire destinazioni vicine e dal clima temperato; da 2 a 3 anni si possono considerare i luoghi distanti, ma si consiglia di evitare le destinazioni per cui sono richiesti i vaccini e dove si rischiano la malaria e la gastroenterite. Bisogna, poi, essere consapevoli del fatto che un bambino non ama cambiare ambiente e si circonda volentieri di oggetti familiari, come cuscini, giocattoli e pupazzi, che è il caso quindi di portare con sé quando possibile.

Come. Un bambino può viaggiare in aereo per andare in vacanza dalle 3 settimane in poi, se non ha un’infezione all’orecchio. Assicuratevi che non faccia troppo caldo e che durante decollo e atterraggio possa bere un po’ acqua o latte per evitare il mal d’orecchio. Meglio evitare voli lunghi con grandi differenze di orario e un jet leg che stanchi inutilmente il bambino. Anche per i viaggi in auto e in treno non devono mai mancare bibite, qualche snack e per i più grandi dei giochi di società o di carte per passare il tempo.

Destinazioni. L’ideale è scegliere destinazioni dove tutta la famiglia possa svolgere attività insieme. Fino a 2 o 3 anni, per esempio, un bambino sarà felice di andare in campagna, per scoprire la natura, le piante e gli animali senza fatica, e i genitori potranno immergersi nel relax. Il mare è un classico per i bambini, ma bisogna evitare gli orari più caldi e proteggere attentamente la pelle esposta al sole. Prima dei sei mesi, la montagna non è di alcun interesse per il bambino, mentre quando inizia a camminare, verso 1 anno, è possibile fargli scoprire le gioie della neve. Se il bambino è troppo piccolo per seguirvi in alcune delle vostre attività della giornata, poi, meglio lasciarlo in un baby-club.

Il kit di pronto soccorso. In viaggio con i bambini è sempre bene portare con sé un kit di pronto soccorso adatto a ogni tipo di emergenza, con un antipiretico per ridurre la febbre, rimedi contro problemi intestinali (fermenti lattici e sali reidratanti), un antibiotico ad ampio spettro, antistaminico, crema cortisonica, disinfettante e cerotti, oltre quanto consigliato dal proprio pediatra.

Attrezzatura. Le esigenze, per chi parte con un bambino piccolo, si moltiplicano a dismisura: lettino, fasciatoio, passeggino, scaldabiberon, seggioloni e seggiolini auto e così via. Se si parte in macchina o in camoer, la maggior parte del problema è risolto. Chi ha in mente destinazioni da raggiungere con altri mezzi, però, può pensare al noleggio delle attrezzature più ingombranti. Per esempio, grazie a BabyGuest, piattaforma professionale on line per il noleggio e l’acquisto di attrezzature per l’infanzia, si può scegliere tra hotel e appartamenti nelle principali realtà turistiche italiane attive su scala nazionale e internazionale che consentono di trovare questi prodotti a destinazione, il giorno e all’ora stabiliti. Garantiti gli standard di sicurezza internazionali, la pulizia, l’igiene e l’imballaggio dopo ogni utilizzo.

Attività. Nella scelta della destinazione e dell’alloggio, è importante tenere conto delle esigenze dei bambini, che amano essere impegnati e divertirsi, ma anche degli adulti, che al contrario vorrebbero “staccare la spina”. Disneyland Paris è una delle mete più ambite dai piccoli viaggiatori, ma per i genitori il relax è lontano, proprio come visitando una città come Valencia, ricca di attrazioni per la famiglia, dal Bioparc all’Oceanografic passando per il Museo della Scienza, la spiaggia ed il Parco dell’Albufera e i giardini del Turia. Diverso il discorso del campeggio, dove lo staff di animazione dei miniclub intrattiene i bambini mentre mamma e papà si godono il sole. Il Camping Village Riva Verde nelle Marche, per esempio, offre anche un parco acquatico con 5 piscine tra cui la laguna con castelli e giochi d’acqua per bambini, l’olimpionica dove confluiscono gli acqua scivoli “Cobra” e “Coccodrillo” (percorso sotterraneo), la piscina a spiaggia, il laghetto con barchette e l’elefantino. Escursioni tra natura e fiaba lungo sentieri che ripercorrono storie di antica tradizione engadinese, pigiama party, serate di ballo riservate ai bambini, barbecue tematici all’aperto, esperienze da chef sono, invece, alcune delle esperienze pensate per i bambini e ragazzi di età compresa tra i 3 e i 16 anni nei due esclusivi resort 5 stelle Superior, Kulm Hotel St. Moritz e Grand Hotel Kronenhof di Pontresina.