Quando si è in procinto di partire per le meritate vacanze, solitamente il capitolo dedicato alla preparazione delle valigie è piuttosto complesso: occorre infatti riuscire a portare tutto ciò che serve senza dimenticare l’indispensabile.

Soprattutto bisogna avere la capacità di fare stare tutto nel numero di bagagli programmato, senza doversi sobbarcare pesi inutili e fastidiosi. Se si hanno dei figli serve molta più concentrazione e calma: i piccoli hanno molte più necessità degli adulti e in viaggio bisogna portare con sé tutto quello che può alleviare il loro fastidio e la stanchezza, onde evitare strilli e scene degne delle migliori commedie americane.

Se i vostri figli hanno una valigia tutta per loro, sarà bene decidere insieme che cosa portare e che cosa lasciare a casa. Se sono abbastanza grandi per preparare la loro valigia in modo autonomo, lasciateli fare dando magari qualche piccolo consiglio su come piegare e posizionare al meglio i vestiti.

Se avete due o più bambini e in viaggio vi seguono tutti, ricordate di collocare la biancheria di ciascuno in sacchetti di colore diverso: eviterete così di dovere mettere sotto sopra tutti i bagagli per cercare qualcosa di specifico. Per quanto concerne i vestiti, il consiglio è di portarne solo di colorati: questo serve a fronteggiare le inevitabili macchie di gelato e altro, che si mimetizzeranno più facilmente sui capi scuri.

Se i vostri {#bambini} sono molto piccoli, ricordate di mettere in valigia: i biberon, riempiti con acqua per preparare il latte o le pappe, lavandoli la sera in modo da averli puliti il giorno seguente; detersivo da viaggio insieme a uno scovolino; scalda-biberon da viaggio, che si usa inserendo lo spinotto nello scalda-accendino dell’auto e risulta particolarmente comodo anche per scaldare gli omogeneizzati. Non possono mancare bottiglie d’acqua necessaria per riempire il biberon quando necessario e per placare la sete di mamma e papà.

Indispensabile anche una borsa termica da portare con sè, in modo da tenere conservato al fresco il cibo per il bambino. Sono naturalmente necessari anche i pannolini e le creme: meglio calcolare preventivamente quanti pannolini possono servire al vostro pargolo, portandone qualcuno in più; ricordate inoltre che marchi come Pampers si trovano dappertutto, ma in alcuni Paesi in via di sviluppo i pannolini sono pressoché sconosciuti. Utilissima sarà anche una borsa medica, con quanto possa servire a tutta la famiglia mentre ci si trova fuori.

Infine, ecco quello che non deve mancare in auto: salviettine rinfrescanti, tovaglioli di carta e un cambio per il bambino, piccoli cuscini e copertine, un ombrello o un K-way per fronteggiare la pioggia e delle tendine parasole. Se il viaggio avviene in aereo, è opportuno mettere in ogni valigia almeno un cambio per ciascun familiare: nel malaugurato caso in cui una valigia dovesse andare persa, ogni componente potrà comunque cambiarsi.