Sono passati tre mesi dalle ultime vacanze che hanno consentito a molti bambini, e non solo, di trascorrere qualche giorno con mamma e papà. Adesso, finalmente, è arrivato il momento di staccare la spina di nuovo grazie alle festività pasquali, che prevedono la chiusura delle scuole per circa una settimana.

Ma se per i bimbi queste tanto attese vacanze rappresentano l’occasione per godersi un po’ di più i genitori, il sole primaverile e il gioco all’aperto, per molte famiglie la gestione di lavoro e figli si complica abbastanza, soprattutto se non si ha la possibilità di prendersi un meritato periodo di riposo dal lavoro.

Galleria di immagini: Studenti in classe

Che ci si affidi agli insostituibili nonni, o che madri e padri si barcamenino da soli per stare con i piccoli in questi giorni di vacanza, è indispensabile tenere a mente il calendario scolastico delle festività di Pasqua che, come di consueto, varia da regione a regione.

Se a Bolzano e nelle province umbre i bambini e i ragazzi sono riamasti a casa già da martedì 19 aprile, alla maggior parte degli studenti toccherà andare a scuola fino a mercoledì 20. Per tutti gli altri, comunque, le vacanze inizieranno ufficialmente da giovedì 21, proseguendo almeno fino a martedì 26. In Abruzzo, Calabria, Emilia Romagna, Lazio, e provincia di Trento le scuole saranno chiuse anche mercoledì 27.

Nella provincia di Bolzano, Basilicata, Campania, Friuli-Venezia Giulia, Liguria, Lombardia, Marche, Molise, Puglia, Sardegna, Sicilia, Toscana, Umbria, Veneto e Valle d’Aosta, invece, martedì 26 sarà l’ultimo giorno di vacanza. Più fortunati gli studenti del Piemonte, che staranno a casa fino al 2 maggio.

Per i genitori non c’è pace, considerando che in molte città della penisola le elezioni previste per il mese di maggio causeranno una nuova sospensione delle attività didattiche, partendo da Milano, Torino, Bologna, Napoli e Trieste, solo per citare i principali capoluoghi.