L’estate è il momento ideale per organizzare le vacanze in famiglia, è un’occasione da non perdere per rinsaldare i rapporti tra genitori e figli che inizia con la pianificazione del viaggio in ogni sua tappa e prosegue con la permanenza nel luogo prescelto: vivere questa esperienza come un privilegio e non come un obbligo è fondamentale per gestire con lo spirito giusto questa pausa dalla normale vita di tutti i giorni.

Si tratta di una grande opportunità di condivisione che tuttavia necessita di tempo, denaro e tanta creatività, evitando possibilmente qualsiasi tipo di scontro inutile. Molte famiglie amano tornare nelle stesse località di villeggiatura ogni estate, creando una sorta di rito tradizionale in cui i piccoli ritrovano ogni anno gli amici coetanei cresciuti, con usi, costumi e feste di paese che con il passare del tempo diventano ricordi indelebili per tutti.

Durante l’anno non ci sono molte occasioni per affrontare un’avventura simile visto che mamma e papà si dedicano al lavoro e all’organizzazione della casa, mentre i bambini vanno a scuola e si ha poco tempo per le attività ricreative: le vacanze estive sono invece un’opportunità da prendere al volo per lasciarsi tutto alle spalle, perché nel viaggio cambia lo scenario in cui la {#famiglia} trascorre la maggior parte del tempo, cambiano le priorità, e infine i ritmi del tempo diventano più lenti.

Tutti i componenti della famiglia sono insieme nel momento del viaggio, del relax e del divertimento: ogni attimo diventa importante e potrebbe essere un ricordo fondamentale per la vita dei figli, immortalato con fotografie e piccoli reportage.

I ragazzi ci torneranno spesso con la memoria ricordando con vero affetto e tanta nostalgia la prima volta al mare, o quella volta che hanno visto l’aquila volare sulle Alpi, oppure quella volta che hanno preso il traghetto alla volta dell’isola preferita: assaporare ogni attimo creando la memoria del viaggio è la funzione primaria che ogni vacanza deve avere per la famiglia unita.

Il fattore novità, infatti, rende ogni vacanza unica e irripetibile, anche come momento di insegnamento utile alla quotidianità: ogni scusa è buona per creare una sorpresa e per imparare cose nuove, conoscere usi e costumi di tradizioni diverse, assaggiare piatti nuovi e praticare attività alternative. Soprattutto lo sport è fondamentale: dedicare tempo alle attività sportive fa crescere i figli in maniera sana, e durante una vacanza aumenta il senso di avventura e la di voglia di vivere ed esplorare.

Secondo Sheknows.com tra le mete di vacanza preferite dalle famiglie compaiono la crociera nel mediterraneo, i parchi a tema come Mirabilandia e Gardaland, la classica spiaggia e il campeggio. Ma non importa, anche se si rimane in città per esigenze di budget basta creare un programma divertente e curioso per tutti, perché qualunque sia la scelta basterà che ogni membro della famiglia si senta parte integrante, dando opinioni e proposte.