Non tutti amano il mare, la sabbia e il solleone: chi sceglie di trascorrere le vacanze in montagna preferisce riposarsi a contatto con la natura, passeggiando nei boschi, arrampicandosi sulle cime e coprirsi, la sera, con un bel plaid sorseggiando una bevanda calda anziché uno spritz.

La valigia dovrà, di conseguenza, essere all’insegna della comodità e della variabilità atmosferica. Già, perché in alta montagna, anche in piena estate, si può essere sorpresi da una tormenta di neve.

Cosa non può assolutamente mancare? Le scarpe da trekking, fondamentali per camminare (non le scarpe da ginnastica, perché anche le più confortevoli del mondo non sono la stessa cosa). Occupano parecchio spazio, quindi conviene partire da queste.

Per le giornate all’aria aperta, si devono considerare t-shirt, pantaloni di cotone lunghi e corti (a seconda delle temperature e delle previsioni), almeno un golf più pesante e un k-way (la pioggia è, purtroppo, una sovente compagna di viaggio). Da non dimenticare: calzini pesanti e cappello o foulard per la testa.

Anche in montagna, come al mare, sono indispensabili le creme abbronzanti, i dopo sole e gli oli protettivi per i capelli, perché i raggi solari colpiscono esattamente come in spiaggia, solo in maniera meno evidente. Macchinetta fotografica, occhiali da sole e un libro completano le necessità del giorno.

Se si sceglie una località vicina a un ghiacciaio, in modo da poter sciare di prima mattina ad alta quota, bisogna considerare anche l’abbigliamento per lo sci (i più esperti non hanno bisogno che di un jeans, ma per tutti gli altri è meglio portare via tuta, guanti, scarponi e tutto il resto). Gli appassionati di nordic walking non dimenticheranno le bacchette per camminare.

Per la sera, malgrado le giornate piene di sport e di avventura, è bene considerare qualche outfit un po’ più glamour, in maniera da poter affrontare con disinvoltura cene eleganti o serate in discoteca. Quindi, anche un paio di décolleté e una hand bag più elegante potrebbero essere utili. Visto l’alto tasso di sportività della vacanza in montagna, qualche mise più sensuale per la notte, da condividere con il proprio lui, potrebbe essere d’aiuto per non trasformare il soggiorno in un ritiro d’allenamento pre-olimpiadi.

Infine, nel beauty case, al di là dei prodotti di bellezza e dei trucchi (mascara, terra e rossetti sono ovunque dei fondamentali), sarebbe consigliabile (anche se ci si auspica che non sia poi necessario) inserire un gel per storte o contratture.