Durante i mesi estivi, la montagna può essere un’ottima alternativa al caldo opprimente delle spiagge. Il contatto con l’aria fresca e la tranquillità dei luoghi possono garantire un soggiorno rilassante, in compagnia del proprio bambino.

Si potranno fare molte corse sui prati e passeggiate nei boschi, scoprendo insieme al bimbo i segreti della natura. Se questo è il genere di vacanze che si desidera fare, sono davvero molte le offerte di alloggio, dalle camere con bagno nelle piccole pensioni agli ostelli, agli alberghi più confortevoli, senza dimenticare che una delle alternative potrebbe essere la tenda da campeggio.

Prima di installarsi in un posto, però, bisogna sempre accertarsi che non sia troppo lontano dai centri abitati, specialmente se il bimbo è molto piccolo, ed essere certi di avere a disposizione tutto ciò che può servire durante i giorni di vacanza.

Anche se qualcuno potrebbe pensare che la calma della montagna finirebbe per annoiare i bambini più vivaci o i loro papà, al contrario sono davvero molte le attività interessanti, per movimentare le vacanze: andare a pesca, fare delle escursioni e seguire le indicazioni dei sentieri, andare in bicicletta, andare in barca, raccogliere fiori o costruire una capanna, preparare la marmellata con i frutti di bosco…

E oltre la montagna, i parchi a tema…

Essere accompagnati in albergo da Topolino in persona o prendere per mano Biancaneve per andare a vedere l’Isola Che Non C’è, non è certo un’esperienza che si possa dimenticare facilmente sia da parte dei genitori sia da parte dei bambini. In questo luogo da sogno, infatti, le fantasie si trasformano in realtà, per la gioia di grandi e piccini. L’offerta è davvero ampia. In tutto il mondo, infatti, sono moltissime le zone destinate a fantastici parchi, soprattutto a tema.

Per fare la scelta giusta, è necessario tenere conto dell’età del bambino. I più piccoli si divertiranno soprattutto in compagnia dei loro personaggi preferiti. Per quanto riguarda gli aspetti pratici di una visita nei parchi a tema, non è davvero il caso di preoccuparsi, perché i bambini sono i clienti ideali di questi luoghi e avranno a disposizione tutto ciò di cui potrebbero aver bisogno: aree di riposo, menù per bambini, servizi di baby parking.

Se si sceglie di pernottare in uno degli alberghi che si trovano all’interno del parco, il bambino avrà la possibilità di assaporare ancora di più l’atmosfera magica che caratterizza questi luoghi e tutta la famiglia avrà l’opportunità di riposare. Bisogna dire, però, che i costi non sono affatto contenuti. Inoltre bisogna fare file lunghissime per visitare le varie attrazioni e l’attesa potrebbe innervosire il bambino. Se possibile, meglio visitare i parchi a tema nei periodi di bassa stagione, proprio per evitare l’eccessivo sfollamento.