Continua il legame tra la Maison Valentino e Roma: dopo l’evento Mirabilia Romae dello scorso luglio la casa di moda italiana ha deciso di rinnovare il suo attaccamento e il suo amore verso la città eterna che da sempre è stata la fonte di ispirazione per le sue creazioni. In occasione di Art Basel Miami i Direttori Creativi dello storico marchio – fondato dallo stilista di Voghera nel 1957 -, Maria Grazia Chiuri e Pierpaolo Piccioli presenteranno la performance “From Memory to Creativity”.

Per la prima volta si potrà osservare una sorta di “dietro le quinte” degli Atelier Valentino, presentata come una “celebrazione del paziente lavoro artigianale che si cela dietro ogni processo creativo” e atta a dimostrare quanto ogni opera d’arte sia alla fine “il frutto di una alleanza indissolubile tra genio e tempo”.

Un gesto di grande orgoglio per il stessi Direttori Creativi in quanto il viaggio intrapreso con Mirabilia Romae continua: l’installazione artistica, spiegano infatti “è un momento importante per raccontare come il nostro percorso stilistico possa diventare da personale ad universale. Il concetto di bottega dell’arte, ricreata attraverso l’opera di Pietro Ruffo, esalta i valori del tempo e la manualità preziosa dei nostri Atelier Haute Couture. Una performance che celebra la nostra identità creativa, proiettandola verso il futuro”.

Il lavoro svolto dalle sarte, attraverso un “rapporto visivo di affinità elettiva” sarà relazionato al lavoro dell’artista romano Pietro Ruffo il quale insieme ai collaboratori creerà una riproduzione della celebre pianta di Roma che a sua volta venne realizzata da Giovan Battista Nolli nel XVIII secolo. “La suggestione che ho inserito nella scenografia e che più mi affascina di Roma, è lo spettacolare antagonismo fra una natura potente e l’architettura che da secoli, cerca, invano, di domarla.” Ha spiegato infatti Pietro Ruffo, continuando “Questo contrasto crea un dinamismo e delle visioni che lasciano senza fiato, ancora più evidenti lavorando sulla pianta di Roma del Nolli”.

Valentino: l’inizio del Mirabilia Road

Come svelato dalla Maison la performance di Miami sarà il primo atto di uno straordinario progetto promosso dalla casa di moda e che sarà inaugurato il prossimo maggio 2016: Mirabilia Road.

Il primo esempio di una reale interazione tra patrimonio artistico e diversi linguaggi culturali, un fil rouge che percorrerà dodici chilometri attraverso il centro storico della capitale e che porteranno il  visitatore a scoprire dei luoghi inattesi e inconsueti, proponendo prospettive inusuali anche dei monumenti più noti e celebrati.

Un percorso artistico ideato dalla Maison Valentino insieme a dei talenti creativi tra cui Filippo Cosmelli, Daniela Bianco e Simone Ferrari: “un invito a cercare nel passato lo sguardo giusto per interpretare il presente, immaginandone già il futuro.

“Fin dalla sua fondazione, chi entrava a Roma era trasportato attraverso segni fisici ad una visione premeditata della meraviglia, percorsi tuttora chiaramente leggibili che si snodano sinuosi plasmandosi con la maestosità degli edifici, di cui costituiscono il tessuto connettivo.” Ha spiegato Filippo Cosmelli, continuando “Ancora oggi, tra la confusione ed il caos degli ultimi decenni, questo testamento potente è visibile nelle sue vene nitide e perfette. La Mirabilia Road aiuterà a riscoprirlo”.