{#Valentino} passa nelle mani dei reali del Qatar. La storica maison italiana di {#moda} nata dalla mente e dalle creazioni di Valentino Garavani è stata venduta alla Mayhoola for Investment appartenente alla famiglia reale dell’emirato con un accordo che dovrebbe superare, almeno secondo le prime indiscrezioni visto che c’è il massimo riserbo sui dettagli dell’operazione, la soglia dei 700 milioni di euro; a dare la notizia è stata l’autorevole testata finanziaria britannica Financial Times.

Simbolo dell’eleganza e della raffinatezza made in Italy, Valentino è uno dei brand più iconici e riconosciuti in tutto il mondo; tante sono state e continuano a essere le celebrità che nel corso dei suoi 65 anni di storia hanno scelto di indossare i suoi abiti e {#accessori}. L’alta moda della maison è sempre sotto gli occhi di tutti: non c’è {#red carpet} o evento mondano in cui non siano presenti i suoi abiti, tanto che, anche durante i festeggiamenti del Diamond Jubilee della Regina Elisabetta II, i magazzini Harrods hanno scelto una suo ballgown in pizzo per essere esposto nella boutique temporanea che ha ospitato le creazioni dell’eccellenza del fashion.

Sempre secondo le prime informazioni ancora non confermate dalle parti, la cessione non riguarderebbe solo Valentino. Negli accordi tra le due parti rappresentate dai reali del Qatar e Permira, il fondo che dal 2007 è proprietario della casa di moda attualmente guidata dall’estro dei due direttori creativi Maria Grazia Chiuri e Pier Paolo Piccioli, potrebbe essere compresa anche un’altra importante maison italiana come Missoni, fondata nel 1953 da Ottavio Missoni e compresa nel Valentino Fashion Group.

Fonte: Il Sole 24 Ore