Il momento della rivincita arriva sempre, basta solo attendere che la ruota giri e che torni a farlo in proprio favore. Sarà ciò che avrà pensato Valerie Trierweiler, l’ex compagna del Presidente francese François Hollande, all’epoca in cui fu scoperto il suo tradimento con l’attrice Julie Gayet.

Non furono giorni facili per Valerie Trierweiler: i giornali non parlavano d’altro, l’infedeltà del suo Hollande era sotto gli occhi di tutti. Uno stress così grande da sopportare che la donna non poté fare altro se non andare a rinchiudersi in una clinica, in cerca della serenità irrimediabilmente perduta. E in attesa che lo scandalo si sgonfiasse e si potesse tornare ad un’apparente normalità. Cosa che è poi avvenuta.

Valerie è riuscita così a prendersi le sue rivincite. Non solo Julie Gayet è scomparsa dalle scene – non si sente quasi più parlare di lei – ma il libro di memorie della Trierweiler, Merci pour ce moment (Grazie per questo momento), scritto dopo lo scandalo, è stato un vero e proprio successo letterario sia in Francia sia in tutti gli altri Paesi in cui è stato tradotto e messo in commercio (tanto da aver venduto, al momento, oltre settecentomila copie). Un successo così grande che in patria stanno pensando di ricavarne addirittura un film.

Ad annunciare la possibilità che le confessioni contenute all’interno del libro vadano a finire all’interno delle sale cinematografiche di tutto il mondo è stata un’amica di Valerie, l’attrice e produttrice Saida Jawad, che avrebbe già acquistato i diritti per la trasposizione. Per la gioia di François Hollande!

photo credit: Parti socialiste via photopin cc