Il prossimo Tapiro d’Oro che gli autori di “Striscia la notizia” saranno costretti a consegnare è tutto per l’inviato Valerio Staffelli, condannato per “violenza privata” ai danni di Fabrizio Del Noce, direttore di Rai Fiction.

Il caso in oggetto è il colpo di microfono che nel 2003 Del Noce sferrò in pieno viso contro Staffelli, mentre quest’ultimo gli stava consegnando un Tapiro. Esasperato dalla verve dialettica dell’inviato di Striscia, l’ex direttore dell’emittente Rai Uno gli strappò il microfono di mano e gli provocò un vero e proprio trauma al naso.

Galleria di immagini: valerio staffelli

Per quel gesto, Del Noce era stato condannato in primo grado per “lesioni volontarie“, dovendo sborsare ben 800 euro come pena pecuniaria. Ma in questi giorni, la Corte d’Appello di Roma ha modificato la condanna precedente in “eccesso colposo di legittima difesa”, dimezzando la pena.

Per quanto riguarda Staffelli, i giudici l’hanno dichiarato colpevole del reato di “violenza privata“: avrebbe dovuto scontare 20 giorni di reclusione, che sono stati poi convertiti in 760 euro di multa.

È stato proprio un duro colpo per “Striscia la notizia” e in generale per i giornalisti italiani, che per svolgere il proprio lavoro rischiano spesso lesioni fisiche e danni monetari.

Tuttavia, il percorso giudiziario di Staffelli non finisce qui: con l’autore del programma Antonio Ricci dalla sua parte, l’inviato di Striscia ricorrerà in Cassazione per essere giudicato innocente una volta per tutte.