Dopo tre medaglie maschili, anche un’atleta azzurra contribuisce ad arricchire il medagliere italiano delle Olimpiadi invernali di Vancouver: è Arianna Fontana, campionessa dello short track, il pattinaggio veloce su ghiaccio. La quasi 20enne di Sondrio ha conquistato così, sulla lunghezza dei 500 metri, il secondo bronzo della sua carriera.

Quattro anni fa, ad appena 15 anni, la biondina timida e minuta era salita sul gradino più basso del podio nella competizione a squadre. Decisiva per il buon esito della gara è stata la partenza, che l’azzurra effettua in una posizione atipica ma vincente, con il piede destro già pronto per la curva. Arianna è stata superata solo dall’atleta cinese Wang e dalla canadese Gelais. Nel suo futuro c’è sicuramente il pattinaggio, e perché no, anche un reality show. Ma non il Grande Fratello, dove una persona dinamica come lei sarebbe costretta a stare ferma in uno spazio angusto.

In Casa Italia si festeggia così il risultato di Arianna Fontana, sebbene non si possa nascondere che il bottino raccolto fin qui sia piuttosto magro: un argento e tre bronzi, con l’oro che continua a sfuggire di mano. Ma c’è tempo fino al 28 febbraio per fare incetta di successi e raggiungere le 11 medaglie di Torino 2006.